Articoli
Now Reading
Dragon Age 4 nel 2022? La storia della saga mentre lo aspettiamo
0

Dragon Age 4 nel 2022? La storia della saga mentre lo aspettiamo

by Giorgio 'Gixerius' IzzoNovember 6, 2019

Durante la recente conference call di EA, è stato dichiarato che il prossimo Dragon Age di BioWare potrebbe non uscire prima di altri due anni. Blake Jorgensen, Chief Financial Officer di EA, ha affermato che potremmo vedere Dragon Age 4 nel mese di aprile 2022. Una lunga attesa potrebbe essere ripagata con un prodotto degno di nota, ed è quindi giusto dare a BioWare il tempo di cui ha bisogno per confezionare il prossimo titolo della saga. Per ingannare l’attesa però, andiamo a conoscere la storia dei primi tre giochi di questa apprezzatissima serie.

Dragon Age Origins

Inizia tutto nel 2009 con Dragon Age Origins, ci viene presentato il nemico per eccellenza di tutte le razze che abitano il mondo di Thedas: La Prole Oscura. Quest’orda di mostri vive e prolifera nel sottosuolo, in attesa di ritrovare e risvegliare un arcidemone che li guidi all’invasione della superficie. Per fermare questo esercito di mostri che distrugge ogni cosa sul suo cammino, si lancia un allarme definito Flagello. Per porre fine all’invasione e mettere fuori combattimento l’arcidemone è necessario l’intervento dei Custodi Grigi, un antico ordine votato al combattimento della Prole Oscura, pronto ad ogni sacrificio per fermarla. La storia dell’Eroe del Ferelden narra di come uno degli ultimi Custodi Grigi di quella regione, oramai frammentata, sia stato capace di riunire uomini, nani, elfi, maghi e templari per fermare l’avanzata del Flagello. Le scelte compiute in questo primo capitolo sono in assoluto le più importanti, perché si riflettono facilmente nel secondo e nel terzo. Molto importante è la sottotrama di Morrigan e Flemeth che, scopriremo in seguito, si ricollega direttamente agli antichi dèi elfici.

Dragon Age II

Dragon Age II sfoggia uno stile ben diverso, riducendo le sue attenzioni dal continente ad una sola città, introducendo un solo umano e la storia della sua famiglia. Hawke è un personaggio scomodo per la comunità in cui vive: da profugo e povero mendicante, riesce pian piano a farsi strada verso la ricchezza e addirittura il governo di Kirkwall. Conosciuto con l’appellativo di Campione, Hawke si batte contro il conflitto tra maghi e templari, le cui tensioni rischiano di rovinare la città in cui vive, ma alla fine non riesce a placare le due fazioni. I disordini della città di Kirkwall finiscono per dare il via ad una guerra civile, figlia di conflitti sociali oramai insanabili.

Dragon Age Inquisition

In Dragon Age: Inquisition il continente di Thedas si trova dilaniato dalla guerra civile tra le due forze, quando un antico e potente nemico fa il suo ritorno: Corypheus è uno dei primi componenti della Prole Oscura, che si dice siano stati maledetti dal Creatore stesso. Di animo nichilista e avido di potere, Corypheus decide di intraprendere la sua personale conquista per riformare l’antico impero Tevinter ed assurgere a ruolo di divinità. Le sue ambizioni vengono però interdette dall’ira dell’Inquisitore, apparso dal nulla questo personaggio ha il potere di chiudere squarci dimensionali, rispedendo i perfidi demoni nel luogo da cui provengono. Morrigan torna nuovamente in scena, protagonista di alcune vicende che necessitano approfondimenti nei prossimi capitoli della saga. Grazie al suo prezioso aiuto, l’Inquisitore riesce ad affrontare Corypheus ad armi pari, ponendo fine alla sua vita mortale nell’ultima battaglia. A seguito di questo ultimo scontro, però, Solas, potente mago elfico e prezioso alleato, scompare per alcuni anni; una volta tornato, scopre di essere niente meno che un dio elfico. In questa assenza, il potente mago ha comunque lavorato dietro le quinte ottenendo potere e inserendo spie e servitori nell’inquisizione stessa, controllando i suoi amici e tutti coloro che si fidavano di lui. Nel finale, Solas rivela di voler infrangere il Velo, rompendo di fatto l’unica barriera a protezione dell’Oblio, non curandosi di ciò che potrebbe accadere al mondo. L’Inquisitore, non riuscendo a fermarlo, si trova a scegliere se far cadere l’inquisizione e quindi smettere di dare informazioni al suo ormai ex alleato, oppure correre il rischio e utilizzare ogni forza possibile. Nel suo ultimo discorso, egli indica sulla mappa il Tevinter, facendoci ipotizzare che possa essere l’ambientazione del prossimo titolo.

Ricordiamo che, oltre ai giochi, la saga si compone anche di libri che arricchiscono la trama.

What's your reaction?
Love It
100%
Interested
0%
Meh...
0%
What?
0%
Hate It
0%
Sad
0%
About The Author
gixerius@yahoo.it'
Giorgio 'Gixerius' Izzo

Leave a Response