Curiosità
Now Reading
10 anni di Minecraft: la storia del sandbox game più famoso di sempre
0

E’ il 2009, siamo nell’epoca del fotorealismo, dell’HD, delle trame sempre più elaborate e cinematografiche; il geniale Markus Alexej Persson, noto come Notch, rilascia sul mercato un piccolo progetto, dall’aspetto squadrato e apparentemente senza obiettivi da raggiungere, che sarà destinato diventare il gioco più venduto di tutti i tempi. Oggi, siamo qui per parlare del fenomeno Minecraft e dei suoi primi 10 anni di vita.

Le origini del fenomeno globale

Il concept di Minecraft non è del tutto originale, si può infatti citare Infiniminer tra le principali fonti di ispirazione per Notch, che inizia a lavorare sul gioco il 10 maggio. Appena una settimana dopo, il 17 maggio 2009, esce la primissima versione del gioco e viene formata la Mojang, software house nata per gestire le varie figure impegnate nello sviluppo del gioco. In origine il gioco aveva solo la modalità creativa, lo sviluppo procedeva a rilento poichè Notch non voleva concentrarsi su un solo progetto ed alcune difficoltà nella programmazione ritardano l’uscita dei vari aggiornamenti. Versione dopo versione vengono aggiunti la modalità Survival, vero fulcro del gioco, ed elementi chiave che faranno la fortuna del gioco come il crafting, il farming, i mob e la generazione infinita della mappa. Nel giugno 2010 esce finalmente la versione Alpha del gioco, Notch decide di dedicarsi esclusivamente al gioco che beneficia di nuove aggiunte come la Redstone (blocco capace di creare circuiti che fa sbizzarrire la fantasia dei fan) ed i biomi. A dicembre dello stesso anno esce la Beta del gioco, numerosi sono i miglioramenti tecnici e di gameplay, il gioco comincia a spopolare su Youtube dove molti creatori di contenuti ne fanno una vera e propria carriera che prosegue fino ai giorni nostri (ad esempio il canale di Surry). Durante il MineCon 2011 (il gioco era così popolare da tenere un raduno ancor prima dell’uscita ufficiale del gioco) viene annunciata l’uscita della versione 1.0 per il 18 Novembre dello stesso anno.

L’addio di Notch e il successo planetario

Poco dopo il rilascio della 1.0, Notch pone il fidato Jens Bergensten a capo dello sviluppo per dedicarsi ad altri progetti e viaggiare nel mondo godendosi i vari riconoscimenti della critica. Vengono via via rilasciate versioni per tutte le console e smartphone in commercio, il “sandbox survival” non accenna ad arrestare la sua marcia. Nel 2014 il progetto diventa troppo grande anche per Notch, che cede Mojang a Microsoft per 2,5 miliardi di dollari.

Espansione del brand, 10° anniversario e Minecraft Earth

Sotto la guida del colosso statunitense, la piccola creatura di Notch è diventata un brand affermato in ogni settore. Ad oggi si trova il logo cubettoso di Minecraft su set Lego, libri, videogiochi spin-off, merchandising ed in futuro anche un film. Nonostante il nuovo fenomeno Fortnite abbia rubato le luci della ribalta, Minecraft continua ad incrementare i propri numeri con oltre 90 milioni di utenti attivi ogni mese e più di 176 milioni di copie vendute; proprio nel periodo del decimo anniversario, infatti, il gioco di Notch ha superato Tetris ed è oggi il gioco più venduto di tutti i tempi. Per festeggiare i dieci anni di vita, Microsoft sta per rilasciare la beta di Minecraft Earth, un ambizioso free-to-play che sfrutta la realtà aumentata (sulla falsariga di Pokémon Go) per farci giocare con i blocchi nel mondo reale. Sembrano non esserci limiti per questo brand e chi lo sa, magari come gli stessi autori sul sito ufficiale hanno ipotizzato scherzosamente, presto potremmo giocare a Minecraft su Marte!

What's your reaction?
Love It
50%
Interested
50%
Meh...
0%
What?
0%
Hate It
0%
Sad
0%
About The Author
gixerius@yahoo.it'
Giorgio 'Gixerius' Izzo

Leave a Response