Articoli
Now Reading
3 Buoni Motivi per acquistare CTR NITRO FUELED
Bright Idea
0

Annunciato al TGA del 2018 da Activion, il 21 giugno del 2019 avremo la possibilità di mettere le mani su Crash Team Racing Nitro-Fueled, remake del vecchio e amato Crash Team Racing, noto ai più con l’acronimo CTR. Il nostro articolo, vuole offrire a voi lettori diversi spunti di riflessione riguardanti l’uscita imminente del nuovo titolo targato Beenox Studios. In questo caso, trattiamo 3 validi motivi per acquistare CTR Nitro-Fueled. In fondo all’articolo trovate il video realizzato su Youtube.

1. Sano divertimento

In questa generazione, uno dei temi più caldi emersi dal lancio della Xbox One e della Playstation 4 è quello della risoluzione grafica: durante i primi anni dal loro lancio, ci fu un vero e proprio bombardamento da parte dei siti specializzati, che pubblicavano articoli noiosamente lunghi e spesso monotematici sulla questione. Per esempio, su quale piattaforma girasse meglio un gioco, se un titolo raggiungesse i tanti agognati 1080p, se la Xbox potesse essere sfruttata al meglio, visto che molti titoli multipiattaforma puntavano al massimo sulla corazzata di Sony anziché sul colosso Microsoft. Articoli sicuramente di ottima fattura, ricchi di tecnicismi e quant’altro, ma spesso poveri di altri aspetti che personalmente trovo rilevanti, quali il gameplay, la narrazione, l’innovazione e il sano divertimento che un gioco dovrebbe infondere al giocatore.

ctr nitro fueled gameplay

Ebbene, CTR Nitro-Fueled non solo proporrà una versione restaurata di un titolo uscito vent’anni fa con contenuti extra, oltre che una nuova veste grafica e un doppiaggio totalmente inedito, ma tanto e sottolineo, tanto sano divertimento. Un titolo che ha fatto letteralmente impazzire milioni di giocatori di tutte le età, grazie al fatto che, non solo fosse possibile affrontare una campagna avventurosa e spassosa ma al tempo stesso permettesse di gareggiare al fianco dei nostri amici, dandogli semplicemente il secondo pad della nostra Playstation in mano.

Non dimenticherò mai i pomeriggi passati in compagnia a competere tra le varie mappe, quali Baia Crash, Canyon Dingo, Piramide Papu, aiutandosi a vicenda al fine di perfezionare la tecnica di gioco, cercando di superare i record delle varie mappe. Certamente, sono periodi diversi da quelli odierni, che, al contrario, danno troppa importanza ad aspetti ritenuti secondari dal sottoscritto, se non del tutto marginali. Non voglio minimizzare la veste grafica di un videogioco, poiché anche l’occhio vuole la sua parte, ma credo che ci siano elementi ben più importanti da tenere in considerazione.
In conclusione, CTR Nitro-Fueled potrebbe non solo divertire i più nostalgici con un ritorno al passato in grande stile, ma al tempo stesso avvicinare i più giovani ad un titolo alquanto piacevole e leggero.

2. Funzione split-screen

crt nitro fueled split screen

Negli ultimi anni, purtroppo, la funzione split-screen, un elemento fondamentale per molti giochi multiplayer del passato, è stato volutamente messo da parte per incrementare le vendite in favore delle attuali modalità online. Tradotto letteralmente, in schermo condiviso, questa funzione permette di giocare sullo stesso televisore con più persone, frazionando lo schermo in due o più parti. Bene, in CTR Nitro-Fueled questa modalità sarà presente fin dal lancio del gioco, assicurando quindi la possibilità di giocare a fianco di un nostro amico. In poche parole, un vero tuffo nel passato per tutti i nostalgici di questa storica modali

3. Prezzo competitivo

costa poco

Proprio come Crash Bandicoot N’sane Trilogy, anche questo titolo verrà lanciato sul mercato al vantaggioso prezzo di 39,99€. Su Amazon potete già trovarlo in pre-order con qualche euro di sconto. In pratica, una cifra capace di affrontare la concorrenza nel migliore dei modi e probabilmente in grado di rapire il vostro cuore.
Buon game a tutti!

 

Video Youtube

What's your reaction?
Love It
100%
Interested
0%
Meh...
0%
What?
0%
Hate It
0%
Sad
0%
About The Author
mail2@gmail.com'
Antonello Santopaolo

Leave a Response