Curiosità
Now Reading
I migliori giochi Nintendo del decennio
0

I migliori giochi Nintendo del decennio

by Giorgio 'Gixerius' IzzoDecember 22, 2019

Arrivati alla fine di questa decade è un buon momento per tirare le somme, un periodo in cui Nintendo è passata dai fasti dell’era Wii-DS al debutto incerto di Nintendo 3DS (ripresosi poi alla grande durante il secondo anno di vita) fino al fallimento commerciale di WiiU che, in maniera simile al Gamecube, ha partorito tanti bei giochi senza però conquistare il pubblico.

Fare una classifica è praticamente impossibile, andremo quindi a scorrere alcuni tra i migliori giochi del periodo 2010-2019, guardando di anno in anno.

2010

Ormai effettuato il giro di boa, su Wii vediamo arrivare quel capolavoro di Super Mario Galaxy 2, a mio avviso uno dei migliori platform 3D di sempre. All’epoca incuriosì molto la votazione della Rivista Ufficiale Nintendo, un 11/10 unico e mai più ripetuto, atto a sottolineare quanto questo episodio superasse in ogni aspetto (tranne forse la trama) il già inarrivabile Super Mario Galaxy. Nel corso dell’anno ci fu anche il ritorno della saga 2D di Donkey Kong con Country Returns, ad opera dei geniali Retro Studios. Il figliol prodigo di Retro Studios, quel Metroid che tanto aveva fatto bene su Gamecube e Wii, finì in mano al Team Ninja con Metroid: Other M. Il gioco fu accolto con voti medio-alti, ha però il merito di essere la prima produzione di una saga storica Nintendo a fare massiccio uso di cutscene doppiate e sequenze cinematiche.

2011

Con Nintendo DS e Wii sul viale del tramonto, questo 2011 porta con sé poche ma importanti uscite. Su tutte, in ambito portatile troviamo Pokémon Bianco & Nero, tutt’oggi considerati i migliori capitoli della serie per serietà di trama ed innovazioni apportate alla struttura base della saga. Questi giochi usciranno a ridosso del nuovo Nintendo 3DS, che tra i pochi titoli iniziali può vantare il prestigioso remake di Ocarina of Time. Il canto del cigno per Wii si può considerare The Legend of Zelda: Skyward Sword, titolo che inizia a svecchiare la formula classica con l’aggiunta della stamina e della possibilità di correre ed arrampicarsi velocemente, unendo il tutto ad una struttura simil-openworld, sfortunatamente troppo legata alla sequenzialità degli eventi.

2012

Mentre su NintendoDS escono dei seguiti diretti degli ultimi titoli Pokémon, ovvero Bianco 2 e Nero 2, capaci di convincere ancor più dei predecessori, sul neonato 3DS arriva dopo anni di attesa una nuova avventura di Pit, Kid Icarus: Uprising. Allo stesso modo su Wii troviamo quel capolavoro open-world di Xenoblade Chronicles (di cui è in sviluppo una remaster destinata a Switch), mentre sulla nuova Wii U arriva New Super Mario Bros. U, che verrà poi ampliato da New Super Luigi U nell’anno successivo.

2013

Mentre la Wii U non riesce a conquistare il pubblico, sulla console cominciano ad uscire esclusive di spessore una dopo l’altra. E’ il caso di Pikmin 3, forse l’episodio più amato della saga. Troviamo poi il bizzarro The Wonderful 101 dei Platinum Games, i quali torneranno l’anno successivo con una grande sorpresa. Super Mario 3D World inizialmente non convince come titolo “main” a causa della sua natura ibrida 2D-3D, finirà poi per essere molto amato tanto dai giocatori quanto dagli speedrunner. Su 3DS cominciano ad uscire grandi titoli uno dopo l’altro, da segnalare Fire Emblem: Awakening, Luigi’s Mansion 2, Animal Crossing: New Leaf e The Legend of Zelda: A Link Between Worlds, erede spirituale di A Link to the Past.

2014

Un’inaspettata collaborazione porta su Wii U il nuovo Bayonetta 2, accompagnato dal rilascio del predecessore, un action che aveva conquistato un’ottima fetta di pubblico rimasta in attesa di un sequel. Sulla home console arriva anche l’ottimo platform “hardcore” Donkey Kong Country: Tropical Freeze, sempre ad opera di Retro Studios. Su 3DS nasce la saga di Bravely Default (il terzo capitolo è stato di recente annunciato per Switch) mentre per la prima volta ci arriva Super Smash Bros., in un’uscita congiunta su console fissa e portatile. A chiudere il cerchio arrivano su Wii U il simpatico Captain Toad: Treasure Tracker, spin-off di Super Mario 3D World e Mario Kart 8, che verrà in seguito portato anche su Switch nella versione Deluxe.

2015

Il 2015 è un anno di sperimentazione per Nintendo, esce l’editor di livelli Super Mario Maker, ottenendo un ottimo successo tra degli streamer che portano in live sessioni build & play. Splatoon segna l’aumento di interesse di Nintendo per il mondo e-sportivo, vengono creati i primi tornei di questo gioco così come di Super Smash Bros. e Mario Kart. Nello stesso periodo non mancano però i titoli di spessore come Xenoblade Chronicles X, seguito del capitolo Wii.

2016

Quest’anno segna il ritorno di Fox McCloud con Star Fox Zero per Wii U, personaggio amatissimo e che mancava all’appello da troppi anni, relegato a spadroneggiare nei tornei di Smash Bros. e poco altro. Vengono rilasciati numerosi sequel di ottimi giochi per Nintendo 3DS ed il picchiaduro Pokkén per Wii U; è però inutile negare che a catturare l’attenzione sia stato Pokémon GO, vero e proprio fenomeno globale capace di riversare in strada milioni di giocatori, di farli comunicare e giocare tra loro come mai era avvenuto prima. Ad affiancare questo debutto di Nintendo nel mercato mobile troveremo Super Mario Run, uscito qualche mese più tardi, che permetteva di provare alcuni livelli di gioco prima di procedere all’eventuale acquisto del prodotto completo.

2017

Debutta Nintendo Switch e con essa il gioco che probabilmente è considerato tra i migliori al mondo e lo resterà a lungo, The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Nintendo rivoluziona la sua saga iconica con un open-world dove la libertà d’azione la fa da padrona grazie ad una fisica appagante e realistica. Vengono riversati su Switch molti giochi che non avevano avuto fortuna su Wii U o che potevano portare incassi facili alla neonata Nintendo, vedi Pokkén Tournament DX e Mario Kart 8 Deluxe. Continua il focus sui giochi competitivi con ARMS e Splatoon 2. Sul finire dell’anno escono altre due perle: Super Mario Odyssey e Xenoblade Chronicles 2, lasciare la Switch sugli scaffali diventa un crimine.

2018

Nel 2018 continua l’opera di porting di numerosi titoli che non hanno brillato su Wii U a causa delle sue scarse vendite, ma esce anche Super Mario Party che cerca di svecchiare la sua struttura ultra-decennale ed ottiene un ottimo successo. Nintendo rilascia Labo, giochi di cartone da assemblare e far muovere grazie ad alcuni software ed accessori Switch dedicati. Escono degli ibridi Pokémon intitolati Let’s Go ed atti a far provare la console ai nuovi fan acquisti grazie al gioco Pokémon GO per smartphone. Sul finire dell’anno esce il magnifico Super Smash Bros. Ultimate, recentemente vincitore come miglior picchiaduro ai Game Awards, una vera e propria opera-tributo all’industria del videogioco con centinaia di citazioni, riferimenti e personaggi inseriti in un unica scheda di gioco. Mi permetto di focalizzare l’attenzione su Octopath Traveler, gioco di ruolo dal sapore retrò ma assolutamente moderno nel gameplay e nelle dinamiche di gioco, arricchito da una trama che si intreccia continuamente. Tramite 8 personaggi si può scegliere il luogo di inizio e vivere l’avventura con sfumature diverse, fatto che invoglia a rigiocare il titolo scegliendo di volta in volta un eroe diverso. Sulle nostre pagine trovate la recensione della versione PC, altrettanto meritevole delle vostre attenzioni.

2019

Anche quest’anno ha portato con sé moltissimi giochi di rilievo, tante esclusive che potrebbero allietare le vostre vacanze natalizie ad esempio. Tra i più importanti abbiamo la nuova IP action di Platinum Games: Astral Chain, il remake di Link’s Awakening, l’action-adventure Luigi’s Mansion 3 e lo strategico Fire Emblem: Three Houses (in foto). Questi titoli sono di generi diversi ed uno più bello dell’altro, vi invito ad approfondirli tramite la lettura del nostro articolo I migliori giochi Nintendo Switch del 2019.

Siete d’accordo con la nostra selezione? C’è qualche titolo che manca assolutamente in questa lista? Condividete il vostro punto di vista!

What's your reaction?
Love It
100%
Interested
0%
Meh...
0%
What?
0%
Hate It
0%
Sad
0%
About The Author
gixerius@yahoo.it'
Giorgio 'Gixerius' Izzo

Leave a Response