Nintendo USA accusata di violazione dei diritti dei lavoratori

Nintendo
Informazioni sul gioco

Nintendo ha ricevuto un’accusa di violazione dei diritti dei lavoratori. Una persona rimasta anonima ha presentato l’accusa alla National Labor Relations Board (NLRB), affermando che Nintendo of America e un’azienda di assunzione hanno violato il diritto dei lavoratori a sindacalizzarsi, un diritto protetto negli Stati Uniti.

Le aziende del mondo videoludico e tech sono sotto attenta analisi soprattutto dopo i casi di cultura tossica e discriminatoria di Activision-Blizzard. Ciò ha dato il via ad una serie di movimenti di game workers che intendono sindacalizzarsi, in un’ambiente lavorativo statunitense tendenzialmente anti-sindacale. Abbiamo parlato di questi movimenti, dei diritti dei lavoratori Tech e anche del panorama italiano in una recente intervista con Tech Workers Coalition Italia.

L’accusa

Il 15 aprile, una persona anonima presenta al National Labor Relations Board un’accusa a Nintendo of America e all’azienda di assunzioni Aston Carter. Non è chiaro quali siano i fatti specifici, ma stando a quanto riportato da Axios le accuse sono di sorveglianza, minacce, ritorsione e licenziamento nel tentativo di formare o unirsi ad un sindacato. L’accusa riguarda la sezione americana del colosso nipponico, che si trova a Redmond nello stato di Washington.

L’investigazione

In attesa dell’inizio delle investigazioni sul caso, il professore Harley Shaiken dell’Università della California, ed esperto dei diritti del lavoro, ha dichiarato ad Axios che “se l’NLRB ha pubblicato queste accuse, significa che la situazione è seria e la loro capacità di agire è reale”. Stando alle stime dell’organizzazione statunitense, l’ufficio regionale dell’NLRB investigherà sulle accuse con risultati attesi entro 7-14 settimane.

La risposta

“Siamo a conoscenza dell’accusa, che è stata presentata al National Labor Relations Board da un lavoratore a contratto che è stato licenziato per aver condiviso informazioni confidenziali e per nessun’altra ragione” scrive Nintendo in risposta a Stephen Totilo, reporter di Axios. “Nintendo non è a conoscenza di tentativi di sindacalizzazione, o relative attività, e intende cooperare con l’investigazione condotta dall’NLRB. Nintendo si impegna pienamente nel fornire un ambiente di lavoro accogliente e di supporto per tutti i nostri impiegati e lavoratori a contratto. Prendiamo molto sul serio l’argomento”.

 

Fonte: Axios, NLRB.

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved