RTX 3060 UFFICIALE: NVIDIA ALLA CONQUISTA DELLA FASCIA BASSA

Durante la conferenza Nvidia tenutasi in occasione del Consumer Electronics Show 2021, è stata presentata in via ufficiale la GPU RTX 3060, una scheda video molto attesa dai giocatori di tutto il mondo, in quanto venduta nella fascia più bassa di prezzo e di conseguenza più accessibile per la maggior parte degli utenti.

La stessa Nvidia ha sottolineato l’importanza delle GPU entry level, elogiando i risultati ottenuti in passato con la GTX 1060, una delle schede video più vendute e apprezzate ma che ha ormai raggiunto il capolinea per quanto riguarda le prestazioni.

I grafici mostrati durante l’evento hanno evidenziato l’invecchiamento progressivo della 1060, che non riesce a gestire nel migliore dei modi i videogiochi più recenti, soprattutto i titoli compatibili con il Ray Tracing, troppo ingordo di risorse per poter essere attivato via driver su di una GPU priva di RT-Core.

Nessuna menzione in particolare per la RTX 2060, che probabilmente non è riuscita a ritagliarsi la stessa fetta di mercato, situazione che invece potrebbe ripresentarsi grazie proprio alla RTX 3060, una proposta davvero particolare se non a tratti difficile da comprendere.

Nvidia ha infatti già commercializzato la versione Ti della 3060, venduta a partire da 429 euro. Una GPU in grado di erogare 16,2 Teraflops sugli shaders, con a disposizione 38 RT-Core e 152 Tensor Core, affiancati da una memoria GDDR6 da 8GB e un bus a 256 bit per un totale di 14Gb/sec di banda.

La particolarità della RTX 3060 non Ti, viene a galla proprio rapportandone le sue specifiche tecniche con quelle della sorella maggiore. Se da una parte abbiamo meno potenza su carta, con 13 TF, 25 RTFlops e 101 Tensor-TFlops, dall’altra assistiamo a un aumento della memoria GDDR6 che passa da 8 a 12GB, accompagnata da un bus a 192bit che raggiunge però i 17Gb/sec totali, il tutto a fronte di un TDP più basso sui 165W e un prezzo a listino di 329 euro.

Un aumento di memoria apparentemente ingiustificato, che rappresenta però un valore aggiunto data la spesa richiesta, monito della volontà della grande N di bissare l’enorme successo della GTX 1060 con una nuova GPU al passo con i tempi e compatibile con tutte le migliori tecnologie moderne, tra cui il rivoluzionario DLSS.

Il render target della neonata RTX 3060 sono i 1080p, a 60fps con Ray Tracing attivo, di fatto l’obiettivo tecnico della maggior parte dei videogiocatori, quelli che non vogliono o non possono spendere cifre eccessive ma che desiderano giocare ai migliori titoli del momento senza evidenti compromessi.

Siamo senza alcun dubbio dinanzi a una proposta commerciale di prim’ordine e attualmente priva di concorrenza diretta sulla stessa fascia di prezzo, seppur sia indispensabile attendere i primi benchmark per trarre le dovute conclusioni.

Tuttavia alla luce delle informazioni a nostra disposizione e dato l’entusiasmo generale, la RTX 3060 sembra destinata a raggiungere le case di moltissimi giocatori e l’unico potenziale ostacolo alla sua diffusione è ancora una volta la feroce speculazione che si è abbattuta nel settore delle schede video.

La speranza è che l’azienda verde crociata riesca a produrre abbastanza GPU per coprire la richiesta da parte dei compratori. Sarebbe un peccato se la 3060, a fronte del rapporto tra le prestazioni e il prezzo, seguisse le orme delle schede RTX 3000 che l’hanno anticipata sul mercato, esaurite praticamente in ogni negozio esistente e rivendute a prezzi più che raddoppiati.

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
1
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Visualizza Commenti (0)

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Articoli Correlati


© ISSUE WORDPRESS MAGAZINE, 2019. ALL RIGHTS RESERVED. THE ISSUE IS A REGISTERED TRADEMARK OF FUELTHEMES.

Scroll To Top