Call of Duty: Modern Warfare II – Le novità sul prossimo titolo

call of duty modern warfare ii

In occasione dell’evento COD: NEXT, Activision ha diffuso un bel po’ di informazioni su Modern Warfare II, nuovo episodio del reboot dell’omonima saga di Call of Duty. Lo showcase del Tokyo Game Show, come vi abbiamo riportato, è stato parecchio lungo e, fra le varie cose, ha visto presentare niente meno che Call of Duty Warzone 2.
Tralasciando però la battle royale free to play di Warzone 2, oggi è invece il momento di parlare del prossimo capitolo canonico della serie di Modern Warfare.

Il gameplay

Le novità tecniche

Vi abbiamo già parlato di come, d’ora in avanti, ogni titolo di Call of Duty utilizzerà il medesimo motore grafico, quello nato nel 2019 con il reboot del primo Modern Warfare.
Ciò significa uno stile grafico uniformato e che renda subito riconoscibile ogni titolo della serie.
Questo rinnovamento si riflette in animazioni ammodernate e molto più variegate. Tutto questo risulta profondamente utile per un titolo come Modern Warfare II, che vuole ampliare il ventaglio di possibilità per i suoi gamer, ma non è l’unica novità.

Abbiamo infatti anche illuminazione volumetrica e un nuovo sistema di collisioni e fisica.
Per quel che riguarda invece l’intelligenza artificiale, anche quest’ultima ha fatto molti passi avanti rispetto ai precedenti capitoli.

Le novità in game

Ma parliamo del gameplay e delle aggiunte per chiunque vorrà cimentarsi nell’arte della guerra secondo Activision e Infinity Ward.
Si va dall’importanza dello stealth al poter tuffarsi e nuotare (con dunque anche combattimenti in acqua). Questi ultimi comprendono anche una fisica particolare dei proiettili sott’acqua, così come anche alcune limitazioni, in primis il poter utilizzare solo l’arma da fuoco secondaria.
Passando invece dall’acqua alle arrampicate, Modern Warfare II ha rivisto il sistema di superamento degli ostacoli, con la possibilità di appenderci alle sporgenze.

Tra le altre novità, segnaliamo un restyling nel sistema veicolare. Una maggiore distruttibilità ambientale mentre siamo alla guida dei nostri mezzi, così come alcune aggiunte di gameplay molto interessanti: potremo sporgerci dai finestrini per sparare, così come potremo salire sul tetto del veicolo.

Il nuovo Armaiolo

Infine, il sistema Armaiolo, che ci permette di personalizzare armi e loadout, ha subito un rinnovamento anch’esso.
Cambia intanto nel modo in cui sono classificate le armi, così da rendere il tutto più fluido e intuitivo, dunque più rapido. Allo stesso modo, è stato rivisto anche il modo in cui saliamo di livello con ciascuna categoria di armi, così come le potenzialità delle varie aggiunte e mod che possiamo innestare sulle nostre armi.

Il multigiocatore di Modern Warfare II

Uno degli elementi principali dell’esperienza su COD: Modern Warfare II, come intuibile, sarà la componente multiplayer. Con alcune di queste funzionalità già ben attive durante le fasi di closed e open beta, il titolo sviluppato da Infinity Ward promette di avere modalità per tutti i gusti.
Parlando per esempio di esperienze unicamente cooperative, avremo le Special Ops, operazioni speciali da affrontare in 2 giocatori. Il setting saranno mappe assai vaste in cui portare a termine incarichi letali.

Passando invece alle modalità PvP, possiamo partire dai Raid. Questi sono una modalità 3v3, incentrata in particolar modo sulla coordinazione fra i membri di ciascun team. Purtroppo, per poter testare i Raid, dovremo attendere fino al 2023.

modern warfare ii

Aumentando con il numero di giocatori, troviamo Knockout e Prisoner Rescue, entrambe 6v6. La prima di queste vedrà ogni team impegnato a recuperare un pacco e trattenerlo (o, in alternativa, eliminare l’intera squadra avversaria). Prisoner Rescue, invece, ci terrà occupati a difendere un prigioniero dagli assalti avversari.
Poi abbiamo Invasion. Quest’ultimo sarà un enorme deathmatch con team da 40 giocatori, in aree e mappe altrettanto enormi. In questi l’IA avrà un ampio apporto, visto che metà dei soldati delle squadre in gioco sarà appunto controllato dall’intelligenza artificiale.

Inoltre ci saranno le Battle Maps, create specificamente per scontri 32v32 giocatori. Particolarità di queste vaste mappa sarà che, le medesime zone, saranno parte della più ampia mappa di Warzone 2.

La modalità in terza persona

Come mostrato durante l’evento Call of Duty: NEXT, in Modern Warfare II ci sarà anche la visuale in terza persona. Ciò significa che potrebbe trattarsi di un game changer, viste le particolarità e differenze che porta con sé, pensiamo già soltanto al poter avvistare nemici dietro gli angoli senza esporci ai loro colpi.

Tuttavia, in merito a questa visuale, è stato comunicato che non sarà onnipresente. Ci saranno infatti specifiche playlist e partite in cui verrà concesso di passare da prima a terza persona.

Il setting delle modalità multiplayer

Come potevamo intuire dalla storia dei Call of Duty, così come già stanno testando i partecipanti alle fasi di beta, anche in Modern Warfare II dobbiamo prepararci a girare tutto il mondo.

Si va così da zone tipicamente spagnole come il mercato di Las Almas alla più contemporanea area di Valderas Museum. Ci sono poi zone come la zona di addestramento di Farm 18 e la mappa d’ispirazione araba Sarrif Bay. Quest’ultima sarà parte di Al Mazrah, regione fittizia creata appositamente per la battle royale Warzone 2.

Killstreak e scorestreak

Come sa bene chi è veterano della saga di Infinity Ward, all’interno del multigiocatore possiamo attivare gadget e abilità speciali dopo una serie di uccisioni. Dunque è sufficiente (per quanto difficile) ottenere bonus e aiuti in game dopo una determinata killstreak, ma con Modern Warfare II le cose stanno per cambiare.

Infatti avremo la possibilità di scegliere se accumulare, in alternativa alle uccisioni, i punti. Quindi non solo le killstreak, ma anche le scorestreak: potremo così accumulare punti per ottenere gli stessi vantaggi che qualche gamer, invece, potrebbe scegliere di continuare a ottenere tramite le uccisioni.

Le specialità

In game troviamo anche le specialità, che si dividono fra base, bonus e supreme. Queste le possiamo scegliere prima di ogni partita, così da personalizzare il nostro stile di gioco e magari adattarlo a determinate modalità o mappe.
All’avvio di ogni partita, ne avremo già attive due base. Dopo 4 minuti si attiverà quella bonus. Infine, all’ottavo minuto, diventerà utilizzabile anche quella suprema.
Potremo diminuire il tempo di attesa in vari modi: portando a termine obiettivi, compiendo uccisioni o assist, e altro ancora.

Le specialità disponibili in game saranno tantissime. Fra queste troviamo: possibilità di avere due armi primarie, riduzione degli effetti di gadget tattici nemici (come flashbang e granate a gas), tracker per gli spostamenti nemici, invisibilità a mirini termici e dispositivi artificiali, ricarica più rapida, riduzione del costo di killstreak e scorestreak, possibilità (nel caso di prima morte) di rianimarsi da soli.

La protezione delle modalità multigiocatore

Lo abbiamo già citato in passato, così come parlando di Warzone 2. Ci riferiamo al sistema anti-cheat Ricochet.
Con questo capillare e devastante sistema, Activision e Infinity Ward hanno intenzione di continuare la loro lotta contro hacker e cheater. Gli sviluppatori vogliono con ogni mezzo individuare chiunque possa far uso di exploit e software esterni che portino loro un vantaggio illegale, così da punirli ed eliminarli dall’equazione.

Con l’applicazione di Ricochet a ogni elemento online di Call of Duty: Modern Warfare II fin dal momento del lancio, lo scopo delle due compagnie è quello di rendere il multigiocatore un posto sicuro e onesto in cui sfidare amici e sconosciuti di tutto il mondo.

L’uscita di Call of Duty: Modern Warfare II

La data di rilascio di COD: Modern Warfare II è fissata per il 28 ottobre 2022, dunque fra poco più di un mese e poco prima dell’uscita di Warzone 2.
Le piattaforme su cui arriverà sono PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC.

L’esclusiva PlayStation

Per chi acquista in pre-order il titolo di Infinity Ward tramite PlayStation Store, ci sarà in regalo l’operatore speciale Hiro “Oni” Watanabe. E non soltanto: Hiro verrà infatti fornito insieme al blueprint di un’arma di livello speciale.

Questo, come confermato da Activision, non sarà l’unico elemento in esclusiva per l’utenza della console Sony.

Le fasi di beta del videogioco

Come molto spesso con titoli del genere, anche per mettere alla prova i server ed eventualmente cercare problemi in game, anche Modern Warfare II non ha mancato e non mancherà di avere fasi di beta.

Per chi ha effettuato il pre-order del videogame, c’è già stata una prima fase di closed beta il 16 e il 17 settembre, seguita da un’open beta (limitata però all’utenza PlayStation) dal 18 al 20 settembre.
Per il 22 e 23 settembre è invece fissata un’ulteriore beta su console Sony. A questa si unisce finalmente anche l’accesso anticipato per PC e Xbox. Dopodiché, per concludere, nel weekend del 24-26 settembre ci sarà un’ultima open beta senza alcuna limitazione di piattaforma e con supporto al cross-play.

Chi partecipa alle fasi di beta ha poi la possibilità di portarsi a casa gratuitamente delle ricompense, da mantenere poi nel gioco una volta rilasciato. Si va da emblemi ad adesivi, fino a progetti per armi e skin per operatori e veicoli.

FONTE: YouTube; YouTube; YouTube; YouTube

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved