Leak di GTA VI: i ricatti, la risposta di Rockstar e la solidarietà di Druckmann

leak GTA VI
Informazioni sul gioco

Molti di voi conoscono ormai la bufera che ha circondato lo sviluppo di GTA VI e il leak gigantesco che ha scatenato il web in pochissimi minuti. Quello che poteva sembrare un sospetto (alcuni pensavano che i gameplay video fossero una semplice modifica di GTA V) si è poi rivelato realtà. La fatidica risposta di Rockstar è arrivata, lasciando trapelare una profonda delusione.

Leak di GTA VI: la risposta di Rockstar

Attraverso l’account Twitter, Rockstar ha confermato la fuga di notizie a dir poco spiacevole e terribilmente deludente. “Recentemente abbiamo avuto un’intrusione di rete a cui una terza parte ha fatto illegalmente accesso e ha scaricato informazioni confidenziali dai nostri sistemi, compresi i filmati di sviluppo del prossimo Grand Theft Auto. Ad ora, non crediamo che avremo alcuna interruzione dei nostri servizi di gaming online, tanto meno alcun effetto a lungo termine sullo sviluppo dei nostri progetti in arrivo”, ha specificato il team.

“Siamo molto amareggiati di avere dettagli sul nostro prossimo gioco già condivisi con tutti voi. Il nostro lavoro sul prossimo Grand Theft Auto continuerà come pianificato mentre rimaniamo impegnati nel consegnarvi un’esperienza di gioco a voi, i nostri giocatori, che supererà le vostre aspettative. Vi aggiorneremo presto e, ovviamente, vi introdurremo al nostro nuovo gioco quando sarà pronto. Vogliamo ringraziare tutti voi per il vostro continuo supporto durante questa situazione”.

Insomma, una situazione decisamente non facile e che purtroppo sta anche avendo dei risvolti negativi. Ve lo spieghiamo nel prossimo paragrafo.

Il ricatto dell’autore

Come se non bastasse, l’autore di questa fuga di notizie ha chiesto un vero e proprio riscatto, invitando Rockstar ad essere contattato su Telegram. Se non si fosse trovato un accordo, l’hacker avrebbe minacciato di condividere ulteriori contenuti legati al gioco. Quest’ultimi potrebbero essere il codice sorgente di GTA V e GTA VI, insieme ad altre build di sviluppo che metterebbero in serio pericolo il team.

Per ora non conosciamo i riscontri di Rockstar, ma si tratta sicuramente di una vicenda spiacevole e perfino preoccupante.

Il supporto di Druckmann (e non solo)

Numerose persone hanno mostrato solidarietà e supporto a Rockstar, tra cui Neil Druckmann, autore di The Last of Us. L’uomo ha invitato il team a lasciarsi alle spalle questo triste evento, adottando quindi un approccio più umano.

Discorso diverso per Josh Sawyer, il quale ha dichiarato: “I leak fanno schifo. In qualunque forma sono sempre un male, si tratta di un evento sempre dannoso per un team”.

Anche Cliffy Bleszinski, autore di Gears of War, ne ha approfittato per esporre il suo punto di vista in merito: “Chiunque giudichi GTA VI dai filmati leakati è uno stupido e non ha mai lavorato in questa industria”.

Insomma, non ci resta che attendere aggiornamenti in merito e sperare che le acque possano calmarsi quanto prima. Fateci sapere cosa ne pensate e, in attesa di novità (speriamo positive), continuate a seguirci su VideogiochItalia.

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved