Il gameplay di Elden Ring: in attesa del titolo FromSoftware

gameplay di Elden Ring

Nonostante il ritardo che ha subito recentemente, e che ne ha rimandato l’uscita di circa un mese, Elden Ring rimane uno dei videogiochi più attesi del 2022.
L’opera sarà come sempre una produzione dei creatori dei soulslike, ovvero la compagnia giapponese FromSoftware. A occuparsi della trama, del world building e della direzione artistica troviamo da una parte il patron del sottogenere, Hidetaka Miyazaki. L’acclamato autore è accompagnato in quest’avventura da un altro esperto di fantasy, il romanziere George R.R. Martin.
Adesso abbiamo potuto dare uno sguardo parecchio approfondito a una sequenza di gameplay. Eccola qui sotto.

Il mondo di gioco e la mappa

Nel video gameplay di Elden Ring, diverso spazio è stato dato al mostrare il mondo di gioco. Infatti nell’action RPG di FromSoftware avremo a nostra disposizione un intero open world, con moltissime zone differenti e caratterizzate.
Queste terre sono chiamate Interregno (Lands Between in originale), e potremo esplorarle in lungo e in largo. Ogni tanto ci si pareranno davanti nemici di diverse fattezze, anche con incontri randomici e i boss pronti a farci a pezzi, e potremo scegliere se evitare lo scontro, fuggire o iniziare la nostra danza finché non vinceremo o soccomberemo.

La mappa

Per quel che riguarda la mappa, sarà nostra cura ricostruirla raccogliendone i frammenti per completarla e avere sotto i nostri occhi l’intero Interregno.
Inoltre potremo personalizzarla con tantissimi segnalini differenti. Con questi potremo evidenziare sulla mappa boss potenti ancora da sconfiggere, zone con loot particolari o elementi di crafting utili, e molto altro ancora.

I dungeon di Elden Ring

In Elden Ring, nel suo vastissimo mondo, ci attende la scoperta e l’esplorazione di tantissime tipologie di dungeon. Questi potranno essere catacombe, miniere, caverne e molto altro ancora, e ciascuno nasconderà al suo interno tesori preziosi e gli immancabili boss.
I dungeon del gioco saranno, come spesso FromSoftware ci ha abituato nelle sue opere, complessi e su molti livelli. Per esempio, nel gameplay ci viene mostrato l’intricato e vastissimo Castello di Grantempesta (in inglese Stormveil Castle).

Il gioco giocato: fra classico e novità

Graditi ritorni

Chi ha già giocato le precedenti opere dello studio giapponese e di Miyazaki, avrà già notato il vasto retaggio dai videogame passati. Sono chiari infatti gli elementi che arrivano direttamente da Demon’s Souls, Dark Souls, Sekiro: Shadows Die Twice e Bloodborne.
Parliamo non solo dell’estetica e di tante componenti legate allo stile dei nemici e dei personaggi, ma proprio del modo in cui possiamo affrontare Elden Ring.

Dal punto di vista dei combattimenti, per esempio, ritornano ben tre elementi più o meno fondamentali nella storia dei Souls. Ci stiamo riferendo a schivata, backstab alle spalle dei nemici e parry (per contrastare e respingere gli attacchi avversari).
Sempre in merito agli scontri, da gameplay di Elden Ring vediamo come possiamo spezzare la postura nemica sfruttando attacchi pesanti, assalti dall’alto oppure colpendoli di sorpresa.

Infine, altro ritorno immancabile dai titoli del passato è sicuramente una dinamica simile ai falò, in cui possiamo riposare e recuperare le nostre forze. In Elden Ring il loro nome sarà Luoghi di Grazia e saranno fondamentali per far sopravvivere il nostro avatar, il Senzaluce.

Le novità dal gameplay di Elden Ring

In Elden Ring, come del resto però nella stragrande maggioranza dei titoli dello sviluppatore nipponico, ci sarà una grande varietà di armi, attacchi, poteri magici e assalti stealth.
Inoltre potremo affrontare i nemici anche da cavallo, feature molto utile e che sicuramente darà un bel tocco di varietà al gioco.
Questa serie di attacchi, armi e poteri tanto differenti fra di loro, potranno essere combinati in concatenazioni devastanti.

Elden Ring

Parlando di magie, nel video ne vediamo alcune veramente devastanti. Fra queste per esempio una tempesta di fulmini da scagliare su boss e avversari, o perfino l’evocazione di una testa di drago al posto del nostro volto.

Purtroppo, nel gameplay appena pubblicato non è stato lasciato spazio al mostrare l’HUD o i menu.

Elden Ring: compagni di viaggio

Gli NPC

Dal gameplay di Elden Ring possiamo anche appurare una discreta presenza di NPC, che incontreremo in punti focali per la trama principale oppure in giro per la mappa, magari pronti ad affidarci qualche quest secondaria.
In alcune occasioni, con questi NPC potremo interagire scegliendo cosa dire e cosa fare, azioni che avranno delle ripercussioni sulla nostra avventura e su ciò che accadrà all’Interregno.

Fra gli NPC mostrati nel video, sembra particolarmente importante Melina, misteriosa donna da un occhio chiuso e pronta a offrirci di stringere un patto con lei.

Spiriti e cavalcature

Fra le novità introdotte in Elden Ring, che sembrano sicuramente dare un boost alla varietà di ciò che potremo fare nel titolo, segnaliamo sicuramente l’evocazione degli spiriti.
Questa possibilità infatti, attivabile anche nel pieno di una battaglia con un’orda di nemici o nell’arena di un boss, ci consente di richiamare l’aiuto di figure eteree ma corporee, in grado di combattere al nostro fianco.
Fra l’altro, questi spiriti sono di molte fattezze, dimensioni e forza differenti, umanoidi o mostruosi. Ciò ci consentirà di scegliere i nostri preferiti in base al loro e al nostro stile di combattimento.

Accanto a queste sagome evanescenti, potremo richiamare anche la nostra cavalcatura, che apparirà e scomparirà sotto le nostre gambe con un semplice comando.
Questa sarà fondamentale e utilissima per muoverci rapidamente nella vastità della mappa e per superarne le altezze e le asperità.

Il multigiocatore

Infine dobbiamo necessariamente fare riferimento alla componente multiplayer di Elden Ring. Anche nell’action RPG fantasy di prossima uscita, potremo avere a che fare con altri utenti del gioco. Questi potranno essere compagni o nemici, a seconda delle occasioni.
Infatti avremo ovviamente una funzionalità co-operativa, per affrontare insieme ad amici o giocatori casuali boss o sezioni particolarmente ostiche del videogame.
Accanto alla co-op, ci sarà anche la sezione legata allo scontro con altri gamer. Stiamo parlando del PVP e delle vere e proprie invasioni, quando cioè un giocatore avversario si addentrerà nel nostro mondo per versare il nostro sangue.

gameplay di Elden Ring multiplayer

Se siete interessati a Elden Ring, vi ricordiamo che la data di uscita è fissata per il 25 febbraio 2022.
Inoltre vi comunichiamo che è disponibile per il preorder anche la versione Collector’s Edition e Premium Collector’s Edition.

FONTE: YouTube

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved

Scroll To Top