Lost in Random: news, trailer, gameplay, uscita e prezzo

Lost in Random

Dai creatori di Fe, a settembre potremo provare un nuovo RPG d’azione con una forte impronta artistica e degna del migliore Tim Burton, ovvero Lost in Random.
L’avventura, pubblicata da Electronic Arts e sviluppata da Zoink, sarà una fiaba cupa che ci narrerà la storia di due sorelle, separate da un destino avverso.
Ma vediamo più nel dettaglio tutto ciò che sappiamo finora del videogioco, dal primo trailer alle sue particolari meccaniche di combattimento.

Lost in Random: il mondo di gioco e la trama

Come accennato in apertura, l’opera di Olov Redmalm Klaus Lyngeled (rispettivamente direttore creativo e capo dello studio) pesca a piene mani da un certo fantasy dalle tinte oscure, il cui rappresentante principale è forse il regista cinematografico Tim Burton.
Prendendo ispirazione anche dall’universo dell’illustrazione moderna per bambini e ragazzi, il team di Zoink ha creato un universo originale e unico.

Il Dado Nero

Tutto il mondo di Random vive sotto l’influenza malvagia dell’artefatto noto come Dado Nero. Ogni giorno, infatti, il lancio di questo dado stabilisce il futuro di una persona o di una creatura, plasmando la realtà e la civiltà.
A controllare questa versione stregata del dado a sei facce, in Lost in Random abbiamo un’altrettanto oscura Regina, che si trova apparentemente bene in questo dispotico ruolo.

Lost in Random

Così, giorno dopo giorno, si spezzano e nascono piccole vite, personaggi vanno in malora mentre altri arrivano a vivere a Sixtopia. Sixtopia è il quartiere destinato alle persone più altolocate e fortunate di tutta Random, e infatti porta nel nome il numero 6, la faccia del dado di valore più alto.

Altre zone del videogioco saranno invece incentrate sulle altre facce del dado da sei.
Ci sarà un sindaco a cavallo fra due personalità (proprio come il sindaco del Nightmare Before Christmas di Burton) così come tre gemelli in guerra fra di loro.
E il tutto sarà popolato da esseri, che potranno essere persone o oggetti animati, spesso dall’aspetto carino e caricaturale. E, altrettanto spesso, avranno pure un qualcosa di inquietante nel loro corpo.

La grafica

Abbiamo già parlato di alcuni elementi grafici e soprattuto legati al design dei luoghi e dei personaggi. Infatti l’universo di Lost in Random è un universo profondamente cupo e oscuro, in cui il colore è sostituito da gradazioni di nero e ombre permanenti.
Fra queste ombre, nei vicoli e sotto i tetti deformi dei molti quartieri del videogame, si muovono creature e personaggi altrettanto insoliti. Ci sono figure con tre occhi, oggetti vivi, NPC oblunghi e con tantissime altre tipologie ancora.

Da un punto di vista prettamente stilistico, il team di Zoink ha scelto volontariamente di dare un look da claymation alla loro opera. Ciò significa riprodurre lo stile di certe opere d’animazione come il film Coraline o la serie Wallace & Gromit.
Assieme alla claymation, per aggiungere un ulteriore effetto materico e fisico a ogni elemento del videogame, hanno deciso di proporre animazioni che ricordino la tecnica della stop-motion.

La storia di Even e Odd

Even e Odd sono le due sorelle al centro delle vicende di Lost in Random.
Già dal loro nome troviamo un altro rimando alla casualità del titolo e del lancio di un dado. Infatti la traduzione dei nomi delle due sorelle è appunto pari e dispari.

Even e Odd conducono una vita come tante a Random, ma nonostante non vivano negli agi sanno di poter contare l’una sull’altra. Questo finché la sorte del Dado Nero non si abbatte su di loro. È allora che Odd viene portata con la forza a Sixtopia.
Sua sorella Even non ci sta e prova immediatamente a frapporsi fra la Regina e sua sorella, ma invano.

È a questo punto che inizia il viaggio di Even attraverso tutta Random per andare a salvare Odd. In questo viaggio, al termine del quale saranno molte le abilità e capacità acquisite dalla protagonista, ci sarà spazio per moltissimi scontri e battaglie, ma anche incontri con personaggi benevoli.
Il più importante fra questi è sicuramente il companion di Lost in Random, il dado vivente Dicey, che sarà utilissimo a Even nelle fasi di combattimento, come vedremo più avanti.
Alla fine, come succede spesso in questi casi, non si tratterà soltanto della storia di due sorelle e uno strano dado, ma del destino di tutta Random.

L’ispirazione per la creazione di Lost in Random

Attraverso una lunga intervista, i due sviluppatori Olov Redmalm Klaus Lyngeled hanno parlato apertamente dell’origine delle loro idee e di quali sono state le fonti dalle quali hanno attinto. Di seguito trovate i punti salienti delle loro dichiarazioni.

[…] Lo studio ama Nightmare Before Christmas [il film di Tim Burton, n.d.r.] e da tempo che volevamo fare qualcosa in quello stile. Però il budget e la tecnologia semplicemente non ci permettevano di puntare così in alto […]. [Dopo Fe] avevamo un budget più alto. Così, di colpo, potevamo creare il nostro gioco dei sogni, con questa stop-motion timburtoniana […].

[…] Leggo molti libri d’illustrazione, sono un grandissimo fan di Shaun Tan [illustratore australiano, n.d.r.]. Ho visto questo suo dipinto con una ragazza con un dado e ho pensato “Figo! E se tu fossi effettivamente una ragazza con un dado gigante e vivo? […] E se tu ti trovassi all’interno di un gioco da tavolo? Come si unirebbe al gameplay?” […].

[A proposito di stile] lo stile artistico è arrivato prima del gioco o del dado […].
Ricordo i primi sketch, ma prima ancora del dipinto del dado, c’era questa immagine desaturata di una bambina un po’ spaventosa con un piccolo cappello a cono […]. All’epoca stavamo pensando a questo walking simulator molto incentrato sull’atmosfera […].

[In merito invece al particolare gameplay (che descriviamo più in basso nell’anteprima)] l’idea arriva da uno dei nostri designer dei combattimenti, Martin Storm […]. Stavamo discutendo di giochi da tavolo […] e perché sono divertenti. In molti di questi si lanciano dadi e si prendono determinate decisioni. Volevamo tutto questo all’interno delle battaglie, ma volevamo anche dell’azione. Non volevamo un gioco a turni […].
Metti in pausa e decidi cosa fare. Puoi anche guardarti intorno. Puoi selezionare una cosa o l’altra. Mi è uscito un numero con il dado, e se mi esce quest’altro numero, allora potrò fare quest’altra cosa. È in tutto e per tutto simile a un gioco da tavolo […].

Penso che sia interessante che la casualità [randomness] sia un elemento di ogni gioco, ma non è una cosa di cui si parla apertamente molto spesso. C’è sempre qualcosa di orribile che avviene nel mondo, il che fa pensare. Io sono una persona molto ansiosa, dunque per me è stato terapeutico lavorare con questo tema. “E se ogni pensiero fosse un tiro di dadi?
È una cosa molto interessante di cui parlare da un punto di vista della salute mentale, ma anche in termini di ansia riguardo il futuro […].

[In merito a Dicey, paragonato dall’intervistatore al Groot di Guardiani della galassia perché ripete sempre lo stesso suono, venendo comunque capito dalla protagonista] per me è un po’ come quando Han Solo parla con Chewbacca. È sempre divertente che lui comprenda ogni cosa e che di fatto faccia capire allo spettatore quel che il personaggio sta dicendo.
Parlando di Star Wars, abbiamo Brian Herring, che è stato marionettista per BB-8. Ha prestato la voce a Mannie Dex del negozio di carte, e anche a un burattinaio all’interno del gioco […].

[Riguardo la creazione di un mondo diviso in aree, legate ciascuna a un determinato numero] siamo entrambi grandi fan della serie animata Over the Garden Wall e amiamo come ci sia una storia che va dall’inizio alla fine attraverso l’intera serie. Ma poi ogni episodio è unico e interessante, con tanti personaggi differenti. È un po’ ciò che abbiamo voluto fare per ogni livello. C’è una sotto-storia per ogni livello […].

L’annuncio e i trailer

La prima occhiata a Lost in Random l’abbiamo potuta dare durante l’EA Play del giugno 2020. In quell’occasione il gioco di Zoink si presentò con un teaser breve ma intenso, nel quale potemmo apprezzare fin da subito lo stile visivo particolare. Ecco di seguito quel primo assaggio.

Qui sotto vi lasciamo invece il trailer pubblicato in occasione del Tribeca 2021, che approfondisce proprio la storia del videogame svedese.

Video e info sul gameplay

Lost in Random si presenta come un action adventure abbastanza lineare, che tuttavia ha alcuni elementi da RPG. Uno dei punti centrali del gioco è la narrazione, che passa anche attraverso i personaggi che incontreremo. Con questi avremo accesso a opzioni di dialogo multiple e varie missioni da accettare per progredire nel nostro viaggio.

Altro nodo interessantissimo (se non il più interessante di tutti) è lo svolgimento di scontri e battaglie. Oltre a elementi classici come arene dei boss e attacchi con l’arma di cui è dotata Even, in Lost in Random ci sono molte altre caratteristiche da analizzare.
Gli sviluppatori si sono infatti basati sulle regole di ogni classico gioco da tavolo, ovvero mazzi di carte e tiri di dadi.
Il lancio del dado, per il quale è fondamentale il nostro companion Dicey, rappresenta l’imprevedibilità del titolo e della vita, che può colpirci in maniera avversa e inaspettata.

Lost in Random

Opposta alla casualità del lancio del dado, abbiamo la creazione del nostro mazzo personalizzato. In questo possiamo inserire le nostre carte preferite, che troviamo e sblocchiamo nel nostro viaggio.
Ogni carta rappresenta un’abilità o un attacco particolare e, accumulando l’energia necessaria per utilizzare ciascuno di questi, possiamo sfruttarli all’interno degli scontri. Inoltre avremo anche l’opportunità di potenziare e combinare le nostre carte, così da utilizzare ancora meglio le loro peculiarità.

Con Lost in Random dobbiamo aspettarci un titolo da circa 10-15 ore di durata, a cui dobbiamo aggiungere anche la ricerca dei vari e immancabili segreti e oggetti collezionabili.

Data di uscita

Lost in Random ha un’uscita prevista su tutte le piattaforme di gioco disponibili. Infatti lo potremo giocare su PlayStation 4 e PlayStation 5, Xbox One e Xbox Series X/S, fino a Nintendo Switch e PC (tramite Origin e PC). Inoltre arriverà prossimamente anche nell’abbonamento EA Play.

La data di uscita della nuova opera di Zoink è fissata per il 10 settembre 2021.

Prezzo di Lost in Random

Il prezzo di vendita sarà di 29,99 € su tutte le piattaforme, con i preordini già aperti. Se poi si è abbonati a EA Play, l’acquisto può essere effettuato con prezzo scontato a 26,99 €.

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
1
Happy
0
In Love
1
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved

Scroll To Top