Ubisoft Forward: tutte le novità da Assassin’s Creed a Skull and Bones!

ubisoft forward

Dopo un’estate in cui non ha fatto parlare di sé, Ubisoft torna a presentarsi con il suo format Ubisoft Forward. Un evento, quest’ultimo, che ha fatto drizzare le orecchie a intere folle di fan di molteplici franchise e titoli del publisher.

Infatti durante la serata abbiamo potuto scrutare il futuro dell’azienda, da titoli come Skull and Bones a Mario + Rabbids Sparks of Hope. E, ovviamente, il grande spazio dedicato alla saga di Assassin’s Creed: dal prossimo Mirage alle celebrazioni per il quindicesimo anno dalla nascita della serie. Per cui vediamo insieme i principali annunci dell’Ubisoft Forward.
Il tutto è stato preceduto da un pre-show con alcuni annunci minori: contenuti aggiuntivi per videogiochi come Brawlhalla, The Crew 2, For Honor e altri videogame ancora.

Mario + Rabbids Sparks of Hope

Il primo dei videogiochi mostrati durante l’Ubisoft Forward è stato Mario + Rabbids Sparks of Hope. A presentare nuovamente il titolo ha presenziato Davide Soliani di Ubisoft Milano, il distaccamento di Ubisoft che si occupa in pianta stabile del franchise che unisce il Mario di Nintendo ai folli Rabbids.

Soliani ci ha parlato delle fasi di esplorazione e azione durante le quali potremo perderci nel vasto universo di Sparks of Hope. Qui troveremo segreti, oggetti da raccogliere, enigmi e moltissimi personaggi con cui interagire, con l’aiuto del robottino Beep-O.
Con Mario, Luigi, i Rabbids e Bowser ci troviamo nel mondo di Terra Flora per salvare i piccoli ma potentissimi Sparks. Il mondo di Terra Flora è infatti minacciato dall’influenza di Cursa, in grado di infettare gli abitanti del mondo e renderli violenti e aggressivi: solo distruggendo questa sorta di maledizione possiamo far rifiorire Terra Flora.

Nella sequenza di gameplay mostrata durante la presentazione, il team di Ubisoft Milano ci ha fatto conoscere una delle missioni di Sparks of Hope.
La missione, ambientata sul Treno Torcibruco, consiste nell’affrontare orde di nemici e liberare dal morbo il bruco che corre a fianco a noi sui binari. Così abbiamo conosciuto il sistema di combattimento del nuovo Mario + Rabbids.

Si tratta di un sistema a turni, per il quale abbiamo piena libertà di scegliere i personaggi più adatti alla sfida. Ciascuno di questi, infatti, ha attacchi propri e unici, come Bowser e il suo Bowzooka.
Inoltre abbiamo i piccoli Sparks, in grado di conferirci abilità aggiuntive, come attacchi di fuoco o d’acqua, o come il Luccicometo di Mario, in grado di far uscire allo scoperto i nemici.

Mario + Rabbids Sparks of Hope uscirà il 20 ottobre. E, sebbene sia ancora lontano dall’uscire, è già stato rivelato che avrà ben 3 DLC post-lancio: come abbiamo visto durante la presentazione, protagonista e personaggio giocabile del terzo update sarà niente meno che Rayman.

Skull and Bones

Secondo protagonista della serata è stato Skull and Bones di Ubisoft Singapore. Finalmente il titolo a tema piratesco della compagnia è pronto a farci solcare i mari dell’Oceano Indiano della fine del XVII secolo.
Con un nuovo trailer altamente cinematografico, ci viene presentata una nuova stirpe di pirati spietati, pronti a vivere sul confine fra il successo e il fallimento.

A presentare questo segmento e il titolo troviamo questa volta la creative director Elisabeth Pellen, che ci ha spiegato come potremo creare il nostro impero, fra raccolta e occultamento di tesori, oltre al commercio sulle rotte segrete delle Indie.
Il nostro scopo? Diventare il miglior pirata possibile, fra saccheggi e navigazione.

Uno dei fulcri di Skull and Bones sarà la nostra nave, che di fatto sarà il nostro mondo in mezzo al mare. Dovremo scegliere le armi e le munizioni ideali per il nostro vascello, assieme alla migliore armatura della nave, così da proteggerci dagli attacchi avversari. Inoltre potremo personalizzare l’aspetto del vascello, come per quel che riguarda la polena e le vele.

Skull and Bones unirà le modalità dei titoli PvE con il multigiocatore PvP. In aggiunta, il multiplayer sarà disponibile con il cross-play fra qualunque pattaforma.
Il day one per il videogame è fissato per l’8 novembre.

Riders Republic

Per quel che riguarda invece titoli già usciti, il 14 settembre inizia la Season 4 di Riders Republic, videogioco incentrato su sport e attività estremi.
In particolare, questo aggiornamento introduce in game le BMX. Ciò significa nuove piste, una nuova carriera, nuovi trick, nuovi equipaggiamenti e outfit, e molto altro ancora.

Tom Clancy’s The Division

Tom Clancy’s The Division 2

Per quel che riguarda il segmento dedicato alla serie di The Division, Ubisoft Massive ha cominciato parlandoci (tramite la community developer Daria Ilyina) delle prossime season dello sparatutto in terza persona The Division 2.
Si parte con la decima stagione, che arriva prestissimo, il 13 settembre. Questa porta con sé la modalità Expertise, assieme a nuove cacce all’uomo, nuovi outfit, nuove missioni e nuovi sistemi di progressione.

A fine anno invece sarà la volta dell’undicesima stagione.

The Division: Heartland

Il secondo titolo dedicato al franchise presentato durante l’Ubisoft Forward è stato Heartland, presentato da Carrie Bland di Ubisoft Red Storm.
In questo caso si tratta di uno sparatutto free to play, un’avventura indipendente dalla serie principale. Focus del gioco è difendere la cittadina di Silver Creek dalla contaminazione e da fazioni violente e aggressive.

The Division: Resurgence

Infine, in ultimo è stato mostrato Resurgence, titolo per il mercato mobile che avrà anche quest’ultimo la forma di uno shooter.
Se vogliamo provarlo con mano, in autunno è prevista una closed beta in cui potremo testare il PvP e la pericolosissima e infetta Zona Nera.

Rainbow Six Mobile

A proposito di sparatutto, durante l’Ubisoft Forward ha avuto spazio anche il prossimo Rainbow Six, creato esclusivamente per dispositivi mobili.
Anche in questo caso ci sarà a brevissimo l’avvio di una closed beta (il 12 settembre), come ci spiega Justin Swan di Ubisoft Montreal, non disponibile però al momento su iOS.
Come gli amanti della saga sanno, dobbiamo aspettarci le classiche feature della serie, in primis un vasto assortimento di operatori con le proprie peculiarità e abilità.

I giochi Ubisoft su Netflix

Durante l’evento c’è stato anche un breve segmento dedicato a Netflix. Infatti, fra le rivelazioni, c’è stata quella di una serie originale incentrata sul mondo di Assassin’s Creed.

Oltre a questo, l’altro annuncio è stato legato alla presenza sulla piattaforma di streaming di titoli videoludici. Ecco, è stata comunicata una partnership con Ubisoft, per la quale saranno 3 videogame Ubisoft ad arrivare su Netflix: Valiant Hearts 2 (gennaio 2023), Mighty Quest (nel corso del 2023) e un gioco mobile di Assassin’s Creed.

Trackmania

Altro annuncio è stato il trailer che ci ha comunicato l’arrivo di Trackmania anche nell’universo console. Dobbiamo aspettare fino a inizio 2023, ma a quel punto potremo giocare al folle racing game anche su console Microsoft, console Sony, Google Stadia e Amazon Luna.
Fra l’altro, il titolo di Ubisoft Nadeo avrà anche il cross-play.

Trackmania rimarrà libero dalle microtransazioni, e potrà godere di una nuova season ogni 3 mesi.
Inoltre potremo sbizzarrirci con le nostre creazioni, così poi da renderle disponibili a tutta la community. E i tracciati pubblicati finora nella versione PC arriveranno anche su console.
Infine sarà disponibile anche la customizzazione delle auto.

Rocksmith+

Un piccolo spazio lo ha trovato anche Rocksmith+, nuova modalità di apprendimento dei rudimenti di chitarra.
Con migliaia di canzoni e nuove aggiunte ogni mese, con vari livelli di difficoltà in base alle nostre capacità, Rocksmith+ ci permette di connettere la nostra chitarra tramite cavo o in maniera wireless per esercitarci con le nostre canzoni preferite.
Rocksmith+ è già disponibile e si presenta con un costo mensile (in base al piano che scegliamo) fra 8,33 e 14,99 €.

Just Dance 2023 Edition

Rimaniamo in tema musicale con l’edizione 2023 di Just Dance, il titolo Ubisoft Paris in grado di farci ballare a tempo di musica grazie ai nostri dispositivi. E sono proprio Claire Bourgne e Matthew Tomkinson della divisione parigina del publisher a illustrarci le novità di questa edizione.

Abbiamo intanto una nuova direzione artistica, associata a una nuova interfaccia. Ci saranno elementi personalizzabili e un sistema di punteggio in base alle nostre skill di danza. Questi punteggi saranno il cuore di Just Dance, quando ci cimenteremo in gare di ballo con i nostri amici o nel multiplayer online.
Inoltre sarà presente un sistema di stagioni, ciascuna con molte novità per tutti gli utenti, in primis nuove canzoni.

Assassin’s Creed 2022 Showcase

Grande spazio dell’Ubisoft Forward è stato poi giustamente dedicato forse alla punta di diamante della produzione di Ubisoft, ovvero il franchise Assassin’s Creed. Addirittura abbiamo avuto un vero e proprio showcase incentrato sulla saga, degna celebrazione dei 15 anni della serie.

Si è partiti con l’intervento di Yves Guillemot, CEO e fondatore di Ubisoft, che ha ripercorso la storia e i personaggi di tutti gli Assassin’s Creed. Immancabile in sottofondo una delle colonne sonore più riconoscibili della serie, ovvero il tema di Ezio’s Family.
Dopodiché è stato riproposto il trailer Leap into History, già presentato durante i giorni scorsi. Ad accompagnare il trailer, ci ha pensato la cantante norvegese Aurora con Hunting Shadows, canzone scritta appositamente per questa celebrazione.

Poi è stata la volta delle varie presentazioni a tema assassini, affidate a Danny Wallace e alla senior community developer Alice Terrett. Vediamole tutte.

Assassin’s Creed Mirage

Primo e principale gioco mostrato non poteva che essere il recentemente annunciato Assassin’s Creed Mirage, che si è presentato in gran spolvero con un cinematic trailer che ci ha riportati indietro di secoli.
Assieme al trailer c’è stata la conversazione con Sarah Beaulieu, la narrative director del videogame. E grazie al trailer e alle parole della director abbiamo scoperto molto di più sul prossimo capitolo della saga degli assassini.

La popolosissima città in cui si svolgeranno le vicende del titolo sarà Baghdad. La storia si svolgerà invece 20 anni prima di Assassin’s Creed Valhalla.
E questo elemento è importantissimo: infatti il protagonista di Mirage sarà proprio Basim, che chi ha giocato a Valhalla conoscerà sicuramente molto bene.

Al di là dell’elemento temporale e storico, poi, Mirage sembra in molti casi volerci portare anche letteralmente alle origini della saga. Il nucleo centrale del gioco sarà infatti la segretezza e il reclutamento di assassini, con la Confraternita come snodo fondamentale di ogni evento.
Anche visivamente, abbiamo visto elementi che ci hanno riportato a quel primissimo titolo del 2007: il rito di iniziazione con il taglio del dito per permettere l’uso perfetto della lama celata, così come il rituale della piuma e delle formule da pronunciare quando compiamo un assassinio.

A dare il volto invece a Rosham, maestra di Basim, ci ha pensato Shoreh Aghdashloo, attrice televisiva che ha vinto per le sue interpretazioni anche un Emmy Award.

Assassin’s Creed Mirage uscirà nel 2023, ma se lo preordiniamo possiamo avere accesso una missione speciale legata ai 40 ladroni.

Beyond the Creed

Questo linkato qui sopra è invece un breve documentario (dal titolo di Beyond the Creed appunto) che, oltre a celebreare la quindicennale storia della serie, ne ripercorre le varie fasi, fra alti e bassi.
Ne mostra il lato di sviluppo, ma anche il lato umano e legato alla community di fan.

Assassin’s Creed Valhalla: The Last Chapter

Fra giochi nuovi e aggiunte, è stato mostrato The Last Chapter, che segna l’ultima espansione di Valhalla, presentata dal suo director in persona, Gareth Glover. Si parte da un’invocazione a Odino, si parla di un nuovo conflitto, con la partenza di Eivor per quest’ultima avventura.
Stando alle parole del team, dobbiamo aspettarci nuovi personaggi chiave e note figure storiche in The Last Chapter, previsto entro la fine del 2022.

Gli altri annunci

La sezione successiva è stata affidata quasi totalmente a Marc-Alexis Côté, executive producer di Assassin’s Creed Odyssey. A lui è toccato illustrare ulteriori e tanti progetti futuri legati alla serie degli assassini. Non prima di aver fatto un breve excursus sull’importanza della storia nel creare storie affascinanti e ideali da inserire nei videogiochi di Assassin’s Creed.
Inoltre Côté ha anche lui fatto riferimento al titolo videoludico e alla serie TV che arriveranno su Netflix.

Assassin’s Creed: Codename Jade

Il primo degli annunci ha riguardato Assassin’s Creed: Codename Jade. Si tratta di un videogioco mobile open world in cui potremo creare da zero il nostro avatar.
Il setting è l’Antica Cina del 215 a.C., dunque dobbiamo già immaginarci a esplorare un mondo mai visto nella serie degli assassini, e dobbiamo prepararci a scalare la Muraglia Cinese.

Assassin’s Creed: Codename Red

Il secondo titolo aggiuntivo a essere stato mostrato durante l’Ubisoft Forward è stato invece Codename Red. Con questo teaser rimaniamo in Asia ma ci spostiamo nel Giappone Feudale.
Non sappiamo molto del titolo, se non che se ne occuperà Ubisoft Quebec, lo studio che si è già occupato di Odyssey. Codename Red sarà un open world RPG.

Assassin’s Creed: Codename Hexe

Ancora meno sappiamo di Codename Hexe, di cui abbiamo solo un brevissimo trailer. Al lavoro su questo capitolo abbiamo Ubisoft Montreal (lo studio di Valhalla), dunque possiamo già immaginarci l’impronta che voglono dare a questo nuovo gioco.
Fra l’altro, l’ambientazione dovrebbe essere profondamente europea, per il poco che possiamo intuire dal teaser e dato che Hexe, dal tedesco, si traduce con strega.

Assassin’s Creed: Codename Infinity

Infine Côté ha parlato di Infinity. In questo caso non si tratterà di un vero e proprio gioco.
In realtà sarà una specie di piattaforma (ispirata all’Animus grazie al quale si possono rivivere le esperienze dei nostri antenati). Questa piattaforma legherà fra di loro le varie esperienze di Assassin’s Creed online.
Nella pratica, Infinity è il progetto futuro di Ubisoft per riportare in auge il multigiocatore online, connettendo fra di loro i nuovi videogame della serie.

FONTE: Youtube

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved