WarioWare: Get It Together! 6 motivi per valutarne l’acquisto

warioware
Informazioni sul gioco

Dopo aver divertito tanti giocatori anche sotto l’ombrellone, Nintendo Switch si appresta a ricevere nuovi titoli per la propria softeca. A partire dal prossimo 10 settembre sarà possibile mettere le mani su WarioWare: Get It Together!, ultimo arrivato della peculiare saga Nintendo.

La raccolta di minigiochi torna a farsi vedere a tre anni dalla collection per 3DS denominata WarioWare Gold, e a otto anni dall’ultimo vero inedito: Game & Wario (spinoff per WiiU che non venne particolarmente apprezzato).WarioWare

Data la natura eccentrica di questo gioco, noi di Videogiochitalia.it abbiamo preparato i 6 motivi per valutare l’acquisto di WarioWare: Get It Together! Tre buoni motivi per dare fiducia alla nuova iterazione di questa pazza raccolta di minigiochi, e tre motivi per decidere di non farlo o aspettare un’offerta a prezzo ridotto.


3 Motivi per Acquistare WarioWare: Get It Together!

Follia made in Japan

WarioWare è da sempre sinonimo di follia e sregolatezza, con momenti trash e sgraziati che non ci si aspetterebbe di trovare in un gioco Nintendo. Il titolo si configura come una raccolta di minigiochi semplici e immediati, dalla breve durata di 5-10 secondi, da affrontare in rapida successione. Il gameplay si basa unicamente sull’uso del joystick e di un tasto frontale; scelta necessaria data la frenesia del titolo, che punta a mettere alla prova i riflessi e la concentrazione dei giocatori.

Come già accennato, il titolo fa leva sull’immediatezza e sul ritmo elevato, risultando ideale per partite mordi e fuggi (anche di soli cinque minuti). Da sempre la saga si è infatti ben sposata con le console portatili, e l’ibrida di casa Nintendo non fa eccezione.

Come successo in passato troviamo una breve modalità Storia, stavolta impreziosita dal doppiaggio in italiano, che funge da pretesto per sbloccare tutti i vari personaggi e minigiochi disponibili. Questi ultimi dovrebbero superare quota 200, mescolando azioni folli, test di reattività e veri e propri tributi alla storia del videogioco.

Le nuove meccaniche di gameplay

Dopo una lunga assenza, la serie prova a rinnovare la formula di base con Get It Together! Se prima i minigiochi focalizzavano l’attenzione sul tasto da premere o sull’input da eseguire sul touch screen, stavolta chiederanno al giocatore di utilizzare un vero e proprio personaggio, e di sfruttarne le caratteristiche uniche per risolvere sfide action-puzzle.

Questa piccola variazione sul tema fa tutta la differenza. Sacrificando un pizzico di immediatezza nella modalità Storia, dovuta alla necessità di provare i nuovi personaggi in un tutorial, si ha modo di aumentare le variabili delle sfide che presentano numerosi minigiochi in fila.

Altre gradite aggiunte sono la Coppa Wario e la sezione Personaggi.

La prima permetterà ai possessori di un abbonamento Nintendo Switch Online di competere in un set di sfide pre-determinate, puntando a migliorare il proprio punteggio per scalare le classifiche online.

In Personaggi, invece, sarà possibile interagire con i protagonisti in una sorta di mini Dating Sim. Potremo donare degli oggetti, cercando di comprendere il loro gusto, al fine di aumentarli di livello e sbloccare artwork, colori e skin alternative.

Un’ultima importante novità merita di essere approfondita a parte..

Debutto del Co-op in WarioWare

Per la prima volta nella saga, sarà possibile affrontare l’intera modalità Storia (e quindi tutti i minigiochi), in compagnia di un amico. Sebbene questa opzione sia limitata all’offline, la possibilità di giocare insieme permette di vivere i minigiochi sotto una nuova luce.

Sarà richiesta strategia e una certa capacità di improvvisazione, dato che non tutti i personaggi godono di sinergia immediata e che il tempo resta comunque limitato a una manciata di secondi.

Chi invece dovesse preferire una sfida competitiva potrà rivolgersi alla modalità Gran Varietà, la quale presenta una decina di minigiochi pensati per un massimo di quattro giocatori.


3 Motivi per NON Acquistare WarioWare: Get It Together!

Ritmo frenetico 

Fin dal suo debutto nel lontano 2003, la saga di WarioWare ha tendenzialmente diviso il pubblico.

Per quanto la sua follia e il suo stile trash siano apprezzati, il gameplay risulta spesso spiazzante per la maggior parte dei giocatori. In Get It Together!, così come in tutta la serie, non c’è un attimo di pausa. I minigiochi si susseguono freneticamente e l’unico modo per concedersi una pausa è quello di ammirare gli artwork sbloccati nella galleria o di interagire con i personaggi.

È quindi un titolo che non ci sentiamo di raccomandare a chi preferisce un ritmo pacato e una curva di apprendimento dolce. Tutto in questo gioco inneggia alla velocità, alla frenesia, all’azione pura e cruda.

Tendenzialmente ripetitivo

La critica più semplice da muovere a questo titolo è la ripetitività di fondo. Sebbene l’uso dei personaggi abbia stravolto le basi della serie, WarioWare rimane un gioco che fa della novità e dell’effetto sorpresa il suo punto forte.

Tutte le risate strappate da una scena folle o da una sfida sopra le righe tenderanno a lasciare il posto alla caccia al punteggio migliore e al completismo, rischiando di annoiare in fretta i giocatori meno ambiziosi. Mai come in questo caso vi consigliamo di provare la demo, utile per capire se questo tipo di intrattenimento possa fare al caso vostro o se finirà col risultare stantio dopo appena una manciata di ore.

Prezzo troppo alto?

Dopo aver analizzato i dubbi sull’effettiva longevità del titolo, è naturale chiedersi se i 49,99 € necessari per portarsi a casa WarioWare: Get It Together! non siano eccessivi.

La modalità Storia dovrebbe esaurirsi nel giro di circa tre ore, cui faranno seguito le altre funzioni per il gioco in singolo e in multi (al quale però manca l’online). Sarebbe auspicabile la creazione di qualche DLC in futuro, magari gratuito, così da legittimare l’investimento iniziale.

Sicuramente ci troviamo davanti a un ottimo gioco per qualche serata in compagnia, un titolo in cui potersi cimentare con tentativi di record personali e con le classifiche online grazie alla Coppa Wario. Allo stato attuale delle cose, però, il prezzo potrebbe essere troppo alto per la maggior parte dei giocatori, e il rischio di vederlo finire sullo scaffale dopo 10-20 ore risulta molto concreto.


Questi sono i 6 motivi che la redazione di Videogiochitalia.it ha raccolto per guidarvi all’acquisto di WarioWare: Get It Together! Noi non vediamo l’ora di avere il titolo tra le mani, e di metterci alla prova con oltre 200 minigiochi fuori di testa. E voi? Siete in hype Get It Together? Fatecelo sapere!WarioWare

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved

Scroll To Top