Possiamo dire addio alle promo Xbox Game Pass 1 euro

game pass 1 euro
Informazioni sul gioco

Xbox Game Pass 1 euro? Sì grazie! Quanti di noi nel corso degli anni si sono lasciati ingolosire da questa invitante offerta per saltare sulla barca del Netflix di Xbox?

Poi magari, con la scusa, si rimaneva abbonati qualche mese in più. Oppure semplicemente si giocava tutto quello che interessava massimizzando la resa con la minima spesa. In ogni caso, quest’epoca d’oro ce la possiamo anche scordare perché Microsoft ha ritirato l’offerta definitivamente.

Xbox Game Pass 1 euro – Microsoft ritira definitivamente l’offerta

La lunga offerta introduttiva di Microsoft per la sua piattaforma di abbonamento Xbox Game Pass, che permetteva agli utenti di provare il servizio a 1 dollaro – 1 euro per il primo mese prima di passare a sottoscrizioni a prezzo pieno e più costose, è giunta al termine.

A riportarlo è stato The Verge,

Un esponente di Microsoft che ha dichiarato: “Abbiamo interrotto la nostra precedente offerta introduttiva per Xbox Game Pass Ultimate e PC Game Pass e stiamo valutando diverse promozioni di marketing per i nuovi membri in futuro“.

Quali possano essere queste “diverse promozioni di marketing” non è dato saperlo, anche se, dato che l’obiettivo dell’offerta da 1 euro era quello di far abbonare nuovi utenti, un successore naturale potrebbe essere il programma Xbox Game Pass Friends and Family, che, pur non essendo ancora disponibile negli Stati Uniti, è stato testato in diversi mercati internazionali dalla fine del 2022.

Chiunque sia iscritto a Game Pass vedrà i mesi degli abbonamenti esistenti convertiti in mesi parziali del piano di condivisione.

Se siete attualmente abbonati a Xbox Game Pass Ultimate, ogni mese rimanente si trasformerà in 18 giorni di Game Pass Friends and Family. Gli abbonati ai livelli parziali vedranno i loro abbonamenti convertirsi in 12 giorni di Game Pass Friends and Family.

game pass 1 euro

Xbox Game Pass – fine dell’era a 1 euro: e ora?

È un peccato che l’offerta di 1 euro venga meno, perché siamo sicuri che molti o quasi tutti ne hanno approfittato. Il problema del Game Pass, per molti, non è tanto il dubbio sulla convenienza, perché di fatto c’è. Ma piuttosto il fatto che spesso non si ha il tempo per giocare a i titoli gratuiti offerti dalla libreria.

Magari per impegni lavorativi, familiari, o semplicemente perchè si gioca ad altro (PlayStation, Switch o giochi su Steam, Epic o GOG) e di fatto il contatore dell’abbonamento scorre senza che di fatto se ne faccia usufrutto. E allora ecco che l’offerta a 1 euro ingolosiva molti: giochi o non giochi…non cambia granché.

E poi c’è il problema alla base del Game Pass: sebbene sia grandioso che offra molti giochi al rispettivo lancio, potrebbe portare un problema nelle vendite a lungo termine.
Il boss di Xbox Phil Spencer aveva infatti dichiarato precedentemente che la presenza su Game Pass ha effettivamente aiutato i giochi a vendere di più nel 2018, ma non è così. Almeno, non più.

GamesIndustry ha trattato la vicenda dell’Autorità britannica per la concorrenza e il mercato sull’acquisizione di Microsoft-Activision Blizzard. Questo report  include la seguente dichiarazione:

Microsoft ha anche dichiarato che la sua analisi interna mostra un calo nelle vendite dei giochi principali dodici mesi dopo la loro aggiunta a Game Pass“.

Facebook Comments

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved

Scroll To Top