Intervista a Jenny De Cesarei: doppiatrice, voce di Ashley Williams, Rebecca Crane, Angelo Guardiano

intervista jenny de cesarei
Informazioni sul gioco

Arricchiamo la nostra rubrica delle interviste con la doppiatrice Jenny De Cesarei. È nota nel mondo videoludico per aver prestato la voce al soldato scelto Ashley Williams nella trilogia di Mass Effect. Oggi scopriremo qualche aneddoto dietro al suo lavoro.

LA TRILOGIA DI MASS EFFECT

Mass Effect è un action-rpg a tema fantascientifico lanciato sul mercato il 20 novembre del 2007. Fin da subito la serie riesce a conquistare critica e pubblico grazie alla presenza di un’eccellente trama principale e di un’ottima componente grafica.

Il protagonista è il comandante Shepard, uomo dalle grandi capacità militari e dotato di un carisma unico. Nella versione italiana è doppiato da Claudio Moneta e Giacomo Zito nel secondo capitolo, che abbiamo già avuto il piacere di intervistare.

Ricordiamo che la trilogia è stata appena ripubblicata sotto una veste rinnovata: il 14 maggio è uscita infatti la Legendary Edition. L’edizione contiene tutti e tre i capitoli originali, più di 40 DLC e una vasta serie di migliorie volti a bilanciare l’esperienza di gioco.

Chi è Jenny De Cesarei

Jenny De Cesarei nasce a Milano il 12 gennaio del 1975. Fin dall’adolescenza si mostra predisposta per il mondo artistico tanto che decide di iscriversi al teatro attivo di Milano.

Insegna per diverso tempo doppiaggio ai bambini e ai ragazzi presso il Centro Teatro Attivo, lavora come doppiatrice dal ’97 presso gli studi di doppiaggio.

Cosa ha doppiato

Tra i doppiaggi più popolari ricordiamo la voce di Trinidad Crespo, della Soap Opera Una Vita e dell’attrice Jennette McCurdy, protagonista in iCarly e Sam & Cat.

Per quanto concerne il mondo videoludico, la ricordiamo nei panni Rebecca Crane in Assassin’s Creed II, Assassin’s Creed: Brotherhood, Assassin’s Creed: Revelations, Assassin’s Creed III, Assassin’s Creed IV: Black Flag, Assassin’s Creed: Syndicate e Assassin’s Creed: Valhalla. Inoltre è la voce di Cait in Fallout 4, Angelo Guardiano in Borderlands, Borderlands 2, Borderlands: The Pre-Sequel. Per ultimo, ma non per questo meno importante, dà la voce ad Ashley Williams nella trilogia di Mass Effect, che, come accennato prima, è appena stata rinnovata con la Legendary edition.

Intervista a Jenny De Cesarei

  •  Cosa ti ha spinto a entrare nel mondo del doppiaggio?

Fino a 20 anni non sapevo nemmeno cosa fosse il doppiaggio, non ero appassionata, non mi interessava poiché facevo l’attrice di teatro. Poi un giorno la mia insegnante di teatro mi dice: “Ma perché non provi a fare doppiaggio, prova a fare un provino per un corso, la prossima settimana faranno a scuola dei provini”.

Sono andata a tempo perso, e nel momento in cui ho provato a doppiare, perché il provino consisteva nel provare a doppiare un anello di un telefilm, mi sono resa conto che quello era il mio lavoro. Mi sono sentita subito completamente a mio agio, infatti era il lontano 1997 e da allora non ho più smesso.

  •  Nel corso della tua carriera, tra film, serie tv e videogiochi hai avuto l’occasione di poter prestare la voce a tanti personaggi che nel corso del tempo hanno lasciato un segno in questi medium. Ultimamente è stata annunciata la Mass Effect Legendary Edition, che vede il ritorno di un personaggio che hai doppiato, ovvero Ashley Williams, co-protagonista della trilogia del gioco targato Bioware. Puoi raccontarci come è stato dar la voce a una delle personalità più iconiche di quella space opera?

Fino ad Ashley Williams di Mass Effect io ho sempre fatto personaggi molto dolci e molto graziose, quindi non avevo mai fatto un personaggio grintoso. Quando mi hanno assegnato Ashley devo dire che sono stata felicissima, perché è stato un personaggio bellissimo da doppiare. Ashley è una guerriera, con una sua dolcezza e una sua grande femminilità. Mi ha veramente appassionato dare la voce a questo personaggio, ho realizzato questo doppiaggio con tanto trasporto e con tanta passione.

  •  Qual è stato il personaggio più difficile da doppiare? E a quale sei più affezionata?

Non ce ne sono stati, poiché un personaggio difficile da doppiare è un personaggio fuori dalle mie corde. Per esempio, se mi chiamano a doppiare una donna di 80 anni o un personaggio con la voce molto diversa dalla mia, non riesco ad incollarmi; per me quello è un personaggio difficile. Tuttavia, devo dire che in tutti questi anni ho sempre avuto la fortuna di essere chiamata su cose che riuscivo a coprire tranquillamente.

Per quanto riguarda il personaggio che ho amato di più in assoluto è stato sicuramente Sam di iCarly e Sam & Cat, ovvero Janette McCurdy. Un’attrice straordinaria, poliedrica e simpatica, un personaggio che ho doppiato per diversi anni e di cui ho sicuramente molti se lo ricordano ancora. Quello è stato sicuramente il mio personaggio preferito.

  • Quali sono i consigli che daresti a nuovi e aspiranti doppiatori?

Sicuramente di studiare recitazione e soprattutto dizione, in quanto è fondamentale. Quando si entra in sala di doppiaggio la dizione deve essere di default nella forma mentis di un doppiatore, deve essere proprio scontata, perché ci sono tante altre cose a cui pensare, come l’interpretazione e il sync. La dizione deve essere perfetta, non ci devono essere assolutamente inflessioni, perciò studiare credo che sia la cosa più importante per intraprendere un percorso del genere.

  • Noi ti ringraziamo per la tua disponibilità, ma prima di andare vorremmo sapere un curioso aneddoto sul doppiaggio di Mass Effect.

Per quanto riguarda Mass Effect ce ne sono sicuramente tanti, anche se adesso non li ricordo siccome sono passati tanti anni. Un aneddoto che ricordo è che, visto che sono molto emotiva, quando Ashley Williams a un certo punto ha recitato un pezzo di una poesia, mi ha addirittura commossa. Sono andata a cercarla e diceva così: “La morsa feroce degli eventi non mi ha tratto smorfia o grido, sferzata a sangue dalla sorte non si è piegata la mia testa”. Si vede che stavo attraversando un momento particolare, però dopo che ho letto questo pezzo mi è venuto da piangere.

Ringrazio voi di videogiochitalia per questa intervista, un bacio a tutti e a presto.

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved

Scroll To Top