Mercato esport: business miliardario entro il 2025

mercato esport

L’espansione progressiva avuta dal mercato esport nel corso degli anni è stata tra le crescite più considerevoli del panorama videoludico mondiale.

Iniziata come una branca del gaming online, gli esport sono oggi vere e proprie competizioni a livello professionistico. Queste hanno registrato ricavi da capogiro. Sfiorando il tetto del miliardo nel 2020, è previsto un giro d’affari complessivo pari a 1.6 miliardi per il 2023.

E questo è niente se paragonato ai piani previsti per il 2025.

Cosa aspettarsi nel 2025? Il mercato degli esport sempre più grande

Gli esport sono ormai una realtà che viene riconosciuta persino in Italia. Grazie anche a iniziative come quelle portate avanti da IIDEA che facilita l’espansione di questo mercato nel nostro paese.

Attraverso una recente ricerca di mercato effettuata da SafeBettingSites, le sole sponsorship supereranno il miliardo di dollari entro il 2025.

Attualmente, nell’elenco degli sponsor troviamo grandi nomi come Red Bull e Mercedes-Benz, ma ne sono previsti di nuovi in arrivo. Se incrociamo i dati con Statista, notiamo un aumento del 65% sull’entrate pubblicitarie dal 2019 e un 55% sui ricavi globali. Siamo passati da 479,6 milioni di dollari investiti d’advertising a 791,9 milioni di dollari nel 2022.

Francia vieta parole videogiochi

Si prevede l’arrivo di 895 milioni di dollari nel 2023 sul fronte pubblicitario, che potrebbe lievitare a 1,05 miliardi entro il 2025. Ma non è finita qui.

Grazie all’aumento degli spettatori proveniente dalla Cina, che costituisce un terzo del pubblico globale, sono previsti ulteriori aumenti. Con l’aumento di 50 milioni di spettatori all’anno, si stima di raggiungere la vetta di 665 milioni nel 2025. In questo modo, i ricavi potrebbero aumentare a circa 2 miliardi per lo stesso anno.

C’era d’aspettarselo. Gli esport sono finalmente riconosciuti come vere e proprie competizioni sportive, che permettono a chiunque di dimostrare le proprie capacità. In alcuni casi sono stati in grado di tramutare in lavoro la propria passione. Pensiamo al campione del mondo italiano di StarCraft II, o al ritorno di Shroud – campione degli FPS, pronto a dimostrare le sue capacità sul campo di battaglia di Valorant. Gli scorsi mesi, anche Gucci si è fatta strada in questo mondo.

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved