Tutte le nomination dei The Game Awards 2020!

The Game Awards 2020
Informazioni sul gioco

Il 10 dicembre non sarà solo la data di uscita dell’attesissimo Cyberpunk 2077, ma andranno anche in onda i The Game Awards 2020, durante i quali scopriremo quali sono i videogiochi, le persone e i team che hanno segnato questa stagione videoludica.
Per annunciare le nomination è stato chiamato il buon Geoff Keighley, che ci ha presentato una categoria dopo l’altra.

Per la categoria BEST PERFORMANCE (dunque relativa agli attori coinvolti), troviamo in lizza:
Ashley Johnson e Laura Bailey (rispettivamente Ellie e Abby di The Last of Us Parte II)Daisuke Tsuji da Ghost of Tsushima nel ruolo di Jin Sakai, Logan Cunningham come protagonista del roguelike Hades e infine Nadji Jeter per il recente Marvel’s Spider-Man: Miles Morales.

La seconda categoria dei The Game Awards è BEST MULTIPLAYER GAME:
Animal Crossing: New Horizons, Among Us, il comparto free-to-play Call of Duty: Warzone , Fall Guys: Ultimate Knockout e Valorant.

Per quel che riguarda invece il miglior ONGOING GAME (dedicato ai giochi a supporto continuo), i videogame in lizza sono i seguenti:
Apex Legends, Destiny 2: Beyond Light, nuovamente Call of Duty: Warzone, l’immancabile Fortnite e No Man’s Sky.

Nella categoria BEST ART DIRECTION (direzione artistica), a questi The Game Awards troveremo:
Final Fantasy VII Remake, Ghost of Tsushima, ancora Hades, Ori and the Will of the Wisps e infine The Last of Us Parte II.

Per la sezione invece dedicata alle colonne sonore, BEST SCORE/MUSIC, gareggiano:
Doom Eternal (Mick Gordon), dopodiché ritroviamo Final Fantasy VII Remake (colonna sonora composta da Nobuo Uematsu, Masashi Hamauzu e Mitsuto Suzuki) e ancora Hades (Darren Korb), Ori and the Will of the Wisps (Gareth Coker) e nuovamente The Last of Us Parte II (Gustavo Santaolalla e Mac Quayle).

A seguire, nella sezione BEST AUDIO DESIGN:
Doom Eternal, Half-Life: Alyx, Ghost of Tsushima, il remake Resident Evil 3 e ancora una volta The Last of Us Parte II.

Per INNOVATION IN ACCESSIBILITY, dunque relativamente all’accessibilità del titolo per tutte le tipologie di giocatori, troviamo:
il nuovissimo Assassin’s Creed Valhalla, Grounded, HyperDot, ovviamente The Last of Us Parte II e per finire Watch Dogs: Legion.

A seguire le nomination si concentrano sulla narrazione migliore con il premio alla BEST NARRATIVE:
13 Sentinels: Aegis Rim scritto da George Kamitani, Final Fantasy VII Remake (Kazushige Nojima, Motomu Toriyama, Hiroaki Iwaki, Sachie Hirano), di nuovo Ghost of Tsushima (Ian Ryan, Liz Albl, Patrick Downs, Jordan Lemos), Greg Kasavin per la scrittura di Hades e Neil Druckmann con Halley Gross per The Last of Us Parte II.

Altra categoria dei The Game Awards è quella dei GAMES FOR IMPACT, per la promozione di tematiche sociali:
If Found…, Kentucky Route Zero: TV Edition, Spiritfarer, Tell Me Why e Through the Darkest of Times.

Non manca una sezione dedicata agli indie con il BEST INDEPENDENT GAME:
Carrion, Fall Guys: Ultimate Knockout, l’onnipresente Hades, Spelunky 2 e nuovamente Spiritfarer.

Per quel che concerne invece il BEST MOBILE GAME:
i già citati Among Us e Call of Duty: Warzone, il recente Genshin Impact, Legends of Runeterra e Pokémon Café Mix.

In relazione al supporto alla community troviamo la categoria BEST COMMUNITY SUPPORT:
Apex Legends, Destiny 2: Beyond Light, Fall Guys: Ultimate Knockout, Fortnite e infine No Man’s Sky e Valorant.

Torniamo ai videogiochi indipendenti con il BEST DEBUT INDIE GAME:
ritroviamo Carrion, insieme a Mortal Shell, Raji, Röki e il recente Phasmophobia.

Per quel che riguarda realtà virtuale e realtà aumentata, c’è la sezione VR/AR GAME:
Dreams, Half-Life: Alyx, Marvel’s Iron Man VR, Star Wars: Squadrons e The Walking Dead: Saints and Sinners.

Come papabili BEST ACTION GAME troviamo in lista:
Doom Eternal, Hades, Half-Life: Alyx, Nioh 2 e Streets of Rage 4.

Invece come possibili vincitori del premio BEST ACTION/ADVENTURE GAME abbiamo in lista:
Assassin’s Creed Valhalla, Ghost of Tsushima, Marvel’s Spider-Man: Miles Morales, Ori and the Will of the Wisps, Star Wars Jedi: Fallen Order e infine The Last of Us Parte II.

Per i giochi di ruolo, nella categoria BEST RPG si affronteranno:
Final Fantasy VII Remake, Genshin Impact, Persona 5 Royal, Wasteland 3, il recentissimo Yakuza: Like a Dragon.

Spostiamoci nei giochi di lotta con il BEST FIGHTING GAME:
Granblue Fantasy: Versus, Mortal Kombat 11 Ultimate, Street Fighter V: Champion Edition, One Punch Man: A Hero Nobody Knows e per ultimo Under Night In-Birth Exe: Late [cl-r].

Non manca la categoria BEST FAMILY GAME, per la quale si sfidano:
Animal Crossing: New Horizons, il platform Crash Bandicoot 4: It’s About Time, Fall Guys: Ultimate Knockout, l’innovativo Mario Kart Live: Home Circuit, l’aggiunta al gioco classico Minecraft Dungeons e Paper Mario: The Origami King.

Nella sezione dei simulativi e di strategia, ovvero BEST SIM/STRATEGY GAME, gareggiano invece:
Crusader Kings III, Desperados III, Gears Tactics, Microsoft Flight Simulator e infine XCOM: Chimera Squad.

Arrivando quasi alla conclusione delle categorie dei The Game Awards 2020, troviamo il BEST SPORTS/RACING GAME:
i corsistici Dirt 5 e F1 2020, assieme agli immancabili FIFA 2021 e NBA 2k21, a cui si aggiunge Tony Hawk’s Pro Skater 1+2.

Sul fronte Esport c’è invece la sezione BEST ESPORTS GAME:
Call of Duty: Modern Warfare, Counter Strike: Global Offensive, ovviamente Fortnite, League of Legends e Valorant.

E finalmente arriviamo alle categorie più attese, come la BEST GAME DIRECTION:
Final Fantasy VII Remake di Square Enix, Ghost of Tsushima di Sucker Punch Productions, di nuovo Hades di Supergiant Games, Half-Life: Alyx di Valve e, ancora una volta, The Last of Us Parte II di Naughty Dog.

Ultimi ma non ultimi, ecco i candidati per il premio GAME OF THE YEAR 2020:
Animal Crossing: New Horizons di Nintendo, Doom Eternal di Id Software, Final Fantasy VII Remake, Ghost of Tsushima, Hades e The Last of Us Parte II.

Insomma, una selezione di nomination non priva di piccole sorprese e colpi di scena, in mezzo a tanti big i cui nomi erano risultati palesi già nei mesi scorsi, come The Last of Us Parte II, che si porta a casa il maggior numero di candidature, seguito a ruota da una chicca come Hades. Dopodiché, troviamo a seguire molti altri titoli validissimi come Ghost of Tsushima, il remake di Final Fantasy VII, l’ultimo Animal Crossing e il nuovo capitolo di Ori, oltre a Doom Eternal e agli altri.
Che dire, ci sarà da divertirsi.

Tralasciando per un attimo i videogiochi creati e giocati, ai The Game Awards troveranno spazio anche i content creator e gli sportivi del medium videoludico. Fra le categorie presentate in merito, ci saranno anche le seguenti.
CONTENT CREATOR OF THE YEAR: Alanah Pearce, Jay-Ann Lopez, Nickmercs, Timthetatman e Valkyrae.
BEST ESPORTS ATHLETE: Crimsix, Showmaker, Canyon, Shotzzy, Zywoo.
BEST ESPORTS TEAM: Damwon, Dallas Empire, San Francisco Shock, G2 Esports, Team Secret.

Vi ricordiamo che i The Game Awards andranno in scena il 10 dicembre.
A margine della giuria ufficiale che decreterà i vincitori, anche voi potete votare i vostri candidati preferiti collegandovi al sito ufficiale!

FONTE: Youtube

Facebook Comments
What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Visualizza Commenti (0)

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Articoli Correlati


© Copyright © 2019 videogiochitalia.it All Rights Reserved

Scroll To Top